E-Commerce: cosa cambia con la fine del geoblocking

ecommerce

Con la fine del geoblocking gli acquisti online sugli e-Commerce diventano liberi, ossia vuol dire che potremo acquistare in qualsiasi Stato membro. Accadrà sostanzialmente entro il prossimo Natale, quando spariranno i blocchi geografici e si dirà finalmente addio a reindirizzi automatici e ai sovrapprezzi sulle carte di credito. Saranno esenti dal cambiamento i prodotti coperti da diritti d’autore, ossia video, musica, serie TV, giochi, film e via discorrendo. Non cambia sostanzialmente niente per i casino online, che devono comunque essere in regola con il “governo dei giochi” rappresentato da Aams.

Blocchi geografici via entro Natale

I divieto dei blocchi geografici è stato approvato dal Parlamento Europeo il 6 febbraio e rappresenta un passo avanti notevole per il mercato unico digitale, sostanzialmente come l’abolizione delle tariffe di roaming per i cellulari o la portabilità transfrontaliera degli abbonamenti online.

Ora, però, l’accordo dovrà essere anche approvato dal Consiglio ed entrerà in vigore solamente 9 mesi dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, in sostanza a ridosso dello shopping delle Feste di Natale. Secondo gli ultimi dati, solo il 15% degli europei acquista in negozi online che hanno base in un altro Paese dell’UE. A fare da freno, proprio il cosiddetto geoblocking, ossia la pratica dei blocchi geografici che rendono tutto più difficile.

Tra gli obiettivi della nuova normativa europea, oltre a quella di favorire gli store a livello internazionale, c’è anche la volontà di impedire la discriminazione dei consumatori e delle aziende per quel che riguarda l’accesso ai prezzi, alle condizioni di vendita e agli stessi pagamenti.

Molto soddisfatto Kadri Simson, ministro dell’economia e delle infrastrutture dell’Estonia:

“La fine dei blocchi geografici ingiustificati – sottolinea – amplierà notevolmente le possibilità di scelta a disposizione dei cittadini che fanno acquisti online e darà un forte impulso al commercio elettronico. I consumatori potranno confrontare i prezzi alla ricerca delle migliori offerte nell’ambito del mercato interno”.

Cosa cambia con l’addio al geoblocking

Tolti i blocchi geografici, in sostanza, un e-Commerce francese, o italiano o tedesco, non potrà più bloccare la vendita di un prodotto al di fuori dei confini nazionali, a meno che, come dicevamo, non si tratti di materiale sottoposto a copyright. Sono esclusi dalla nuova normativa anche altri servizi, come quelli finanziari, audiovisivi, trasporti, sanitari e sociali. Via i blocchi geografici, rimane nella facoltà degli operatori la possibilità di offrire a seconda di determinati territori o gruppi di clienti, diverse condizioni e tariffe.

Via sicuramente il reindirizzamento, ossia quel trucco adoperato da diversi e-commerce che funziona in questo modo: si individua un prodotto su in sito estero, lo si mette nel carrello, ma prima di passare alla cassa si viene reindirizzati su un sito italiano nel quale magari la merce che volevamo acquistare non c’è o non è più disponibile. Queste misure, che entreranno in vigore sotto Natale, saranno sottoposte a revisione tra due anni, data entro la quale potrebbero cessare anche le restrizioni relative ai prodotti coperti da diritti d’autore. Un ulteriore passo in avanti.

Telepass Club, alla scoperta dei vantaggio del pedaggio automatico

Telepass club

Cos’è il Telepass Club e quali sono i vantaggi connessi? Prima di entrare nel dettaglio e descrivere il tutto, è utile capire di cosa si tratta quando si parla di Telepass.

Iniziamo, quindi, con il dire che quest’ultimo è un dispositivo il cui fine ultimo è quello di permettere il pagamento automatico del pedaggio autostradale. In poche parole, per pagare non ci si dovrà più fermare fisicamente al casello e il tutto è possibile proprio perché si ha questo dispositivo.

[ads1]

Come funziona il Telepass

A questo punto, ci si potrà domandare in che modo questo dispositivo funzioni e come sia possibile che permetta il pagamento automatico del pedaggio in questione. Se la propria auto è munita di Telepass e passa nella corsia specifica, c’è un impianto ottico il cui scopo è quello di riconoscerla.

Dopo il primo momento di riconoscimento, quindi, viene emesso un segnale a cui il dispositivo risponde con un codice univoco identificativo dello stesso che, quindi, viene trasmesso all’impianto posto al casello autostradale. Naturalmente, in quel momento parte il pagamento automatico del pedaggio.

Quali sono i vantaggi? Il primo è palese: addio lunghe code ai caselli autostradali, soprattutto nei giorni da bollino nero! Questo è il più grande punto a favore del Telepass. Inoltre, tutti i pagamenti sono gestiti in maniera automatica e non si rischia di non avere la giusta somma di denaro, di non ricevere il resto e così via.

[ads2]

Come richiedere il Telepass

La prima cosa da specificare è che non è possibile acquistare il Telepass, dato che si tratta di un dispositivo a noleggio. Nel momento in cui, per qualsiasi motivo, si voglia disdire il contratto in essere, il device deve essere restituito previo pagamento di penale.

Ma quanto costa? Si paga un canone mensile che viene addebitato ogni trimestre. Dopo questo lasso di tempo, infatti, verranno pagati i pedaggi e, in aggiunta, una somma pari a 3,78 euro IVA inclusa, che sono 1,26 euro al mese. Facendo due rapidi conti, possiamo dire che il Telepass ha un costo di noleggio annuale di 12,40 euro a cui si deve aggiungere l’IVA.

Alla luce di quanto detto, quindi, ci si deve domandare come chiedere il dispositivo in questione! Il primo modo è richiedere il Telepass online. Questa è, senza dubbio, la maniera più veloce che ci sia. La prima cosa da fare è recarsi sul sito www.telepass.it e inoltrare la richiesta.

Attenzione, però: si deve essere in possesso di una carta di credito CartaSì, Agos o American Express o si deve avere un conto corrente presso una banca aderente al servizio (sono tutte segnalate). Altra alternativa è quella di andare a richiedere il Telepass presso il Punto Blu.

Questi si trovano sulla rete autostradale e permettono di effettuare la richiesta. La prima cosa da fare in questo caso è compilare il contratto e fornire i dati della carta di credito o del conto corrente sul quale effettuare l’addebito.

[ads2]

In questo caso viene immediatamente consegnato il dispositivo, che è funzionante sin da subito! Inoltre, è possibile richiedere il Telepass in banca o presso gli Uffici Postali. L’iter è sempre lo stesso: c’è un modulo da compilare, i dati di pagamento da inserire e il dispositivo da ritirare!

Telepass Club: di cosa si tratta?

A questo punto, è utile chiedersi cos’è il Telepass Club. I clienti Telepass hanno la capacità di gestire tutto quello che concerne l’attività di questo dispositivo direttamente sul sito ufficiale. Naturalmente, per avere accesso all’area riservata ai singoli clienti ci si dovrà registrare.

Proprio questa specifica area è il Telepass Club. L’iscrizione è totalmente gratuita e permette di effettuare moltissime attività e di controllare il proprio Telepass. Inoltre, è utile dire che si può utilizzare il tutto sia da PC che da tablet o smartphone, poiché esiste anche una specifica app dedicata.

Interessante, vero? Non ci si deve mai dimenticare di iscriversi al Telepass Club per poter gestire in autonomia tutto quello che concerne questo dispositivo.

[ads2]

Come montare il Telepass

Dopo aver spiegato tutto questo, è importante andare a capire come si monta il suddetto device. Quando si entra in possesso del Telepass, uno dei primi dubbi che sorgono è proprio quello riguardante il montaggio.

In questo caso, quindi, il consiglio è quello di installarlo sul parabrezza utilizzando l’apposito velcro di plastica. Si dovrebbe installare accanto allo specchietto retrovisore, ma è sempre utile capire modello per modello di auto dove è meglio posizionarlo per far sì che funzioni correttamente!

Fastweb Mobile opinioni: Scopri che può convenire cambiare SIM

Fastweb mobile opinioni

Quello che contraddistingue il gestore telefonico Fastweb, che opera nel settore della telefonia fissa e mobile, è la trasparenza. Come sappiamo, da qualche anno a questa parte, si sono affacciati sul mercato diversi operatori anche se non tutti si sono mossi sempre al fine di offrire un servizio di qualità a prezzi contenuti.

Al contrario, se proprio si deve analizzare la situazione, da qualche tempo a questa parte si assiste a un aumento dei costi delle tariffe, tanto che in diverse occasioni sono stati presi provvedimenti da parte delle autorità competenti.

Per intenderci, molti di noi sono stati vittime di cambiamenti unilaterali dei contratti precedentemente stipulati, aumenti delle tariffe, di vincoli temporali imposti e molto altro ancora.

[ads1]

Proprio per questo motivo, se si nota la crescita della propria bolletta o se vengono detratti dal credito residuo sempre più soldi, è utile cercare di capire quale sia la soluzione migliore per risparmiare senza avere sorprese al momento del pagamento.

Il consiglio rimane sempre quello di fare una comparazione tra i costi di ciascun operatore, tra le tariffe offerte e dalle proposte fatte, in modo da avere un quadro chiaro e poter scegliere la soluzione ideale per le proprie esigenze.

E’, quindi, utile scegliere un gestore che fa della trasparenza il suo motto cardine.

Ma quali sono le opinioni Fastweb Mobile? Lo vediamo nel dettaglio. Iniziamo con il dire che le tariffe Fastweb Mobile sono tra le migliori ad oggi esistenti sul libero mercato della telefonia. Altri due concetti molto cari al gruppo sono senza limiti libertà: ecco che si capisce che moltissime delle tariffe proposte sono all inclusive e permettono di parlare o navigare senza limiti, permettendo, così, di fare esattamente ciò che si desidera con il proprio device.

Opinioni Fastweb Mobile: positive o negative?

Se si chiedono opinioni su Fastweb Mobile, si nota subito che le esperienze positive degli utenti sono una percentuale molto importante. Questo perché il gestore giallo e nero ci tiene a curare i propri clienti, rendendo il più semplice possibile la fruizione dei servizi offerti.

Se a questo si aggiunge anche un vasto numero di offerte e tariffe a basso costo, ideate proprio per venire incontro alle esigenze dell’utente, si capisce il segreto del successo di Fastweb.

A differenza di altri operatori, Fastweb ha puntato molto sull’eliminare prima di altri diversi costi che, invece, molte compagnie continuano a far pagare. Del resto, il mercato libero è duro da affrontare, perché pieno di concorrenza e il gestore in questione ha deciso di affrontare in questo modo questa battaglia con gli altri competitor.

Se si chiedono delle opinioni Fastweb Mobile, in molti sottolineano anche la possibilità di poter avere uno smartphone di ultima generazione a dei costi molto vantaggiosi.

[ads2]

In questo modo, i pro di scegliere questo come operatore si moltiplicano: non solo tariffe low cost, senza costi aggiuntivi, trasparenti e che danno la libertà di chiamare e navigare, ma anche dei device a prezzi contenuti e pagabili a rate. Molte delle opinioni positive date dagli utenti riguardano, infatti, proprio questo aspetto.

Qualche opinione su Fastweb Mobile

Su un campione al quale sono state richieste delle opinioni su Fastweb Mobile e il suo servizio, la quasi totalità degli intervistati si è detta soddisfatta. Ecco qualche dichiarazione in merito.

“Da oltre un anno e mezzo utilizzo il servizio Fastweb Mobile e mi ci trovo molto bene. Dopo aver cambiato gestore, perché insoddisfatta dei tanti costi e del fatto che terminavo sempre i pochi GB a mia disposizione, ora ho tutta la libertà che desidero avere. La nota positiva è che, oltre a un costo mensile molto più basso rispetto a quello precedente, non finisco più i GB, dato che l’offerta Fastweb è molto più ricca. Inoltre, trovo che il segnale sia ottimo, sia nella mia zona che quando mi sposto”.

“Ho iniziato a utilizzare Fastweb Mobile perché mio figlio mi ha fatto conoscere prima il servizio rete fissa e ADSL. Da quel momento ho deciso che non avrei cambiato più gestore e ho anche approfittato di una offerta dedicata a chi portava un numero in Fastweb Mobile. Ora tutta la mia famiglia ha lo stesso gestore e parliamo, navighiamo e ne sfruttiamo la convenienza”.

“Fastweb Mobile offre i prezzi migliori sul mercato secondo me. Lo dico perché nel corso degli ultimi 5 anni ho cambiato tanti gestori telefonici, sia per la rete fissa che per quella mobile e solo questo operatore è riuscito a soddisfarmi a pieno. I prezzi sono competitivi e ho tutto quello che cerco. Un pacchetto Fastweb è completo e non si hanno sorprese. Prima ero costretto a fare sempre delle ricariche improvvise, perché, finendo i GB, finiva velocemente anche il credito residuo. Un dramma”.

“Finalmente io e mia moglie abbiamo trovato un gestore che ci soddisfi. Avendo i figli lontani, siamo sempre molto attaccati al telefono: tra chiamate normali, chiamate su Skype per vedere i nostri nipotini, apertura dei video e delle foto che ci mandano i nostri figli, eravamo costretti a pagare delle cifre molto alte con altri noti gestori. Ora tutto questo è finito, perché Fastweb offre tariffe chiare, che ti permettono di fare quello che vuoi in tutta libertà”.

Chi, invece, si è lamentato del servizio lo ha fatto soprattutto per due punti chiave: in primis per l’app, esistente per tutti i sistemi operativi, utilizzabile con device Apple e Android, e poi per la non copertura nella zona di proprio interesse.

Proprio a tal fine, però, consigliamo come sempre, prima di attivare questa o quella offerta, di verificare la copertura Fastweb nella zona in cui si vive, in modo tale da non avere brutte sorprese.

[ads2]

Sebbene Fastweb assicuri una copertura molto vasta, è sempre preferibile accertarsi in via preventiva. Lo si può fare sia con un operatore, in uno store o chiamando il call center del gestore, sia in maniera autonoma, sul sito ufficiale Fastweb. La procedura è semplice e gratuita.

Attivazione Tivusat, come attivare la Card nel Decoder

Attivazione Tivusat

Avete mai sentito parlare di Tivusat, una nuova piattaforma che permette di vedere tanti canali in maniera del tutto gratuita? Siamo qui per parlarne insieme, specificando quello che si deve fare per l’attivazione Tivusat. 

Iniziamo con il dire che questo è uno strumento molto valido per tutti coloro i quali desiderano vedere del tutto gratuitamente tantissimi canali televisivi in alta definizione. Vediamo, quindi, come si fa per attivare il servizio e usufruirne.

Come procedere all’attivazione Tivusat?

La prima cosa da fare è informarsi in merito al servizio e poi continuare con l’attivazione dello stesso.

[ads1]

Prima di entrare nel vivo del discorso, si deve sottolineare che i canali televisivi trasmessi dalla piattaforma satellitare in questione non sono sempre liberi e, pertanto, ciò significa che non possono essere trasmessi in chiaro senza l’utilizzo di un apposito sistema di codifica.

In questo modo, saranno tutti visibili e, in questo specifico caso, in forma gratuita, ma solo ed esclusivamente per quei clienti che sono in possesso di autorizzazione. Questa si acquisisce con l’acquisto e l’attivazione della card Tivusat. L’iter è molto semplice e ne parleremo diffusamente.

La card in questione possiede tutti i permessi e le autorizzazioni per ricevere i canali che rientrano nell’offerta e, pertanto, il tutto è perfettamente legale e autorizzato. Questa scheda, dotata di un apposito chip, va inserita nel decoder satellitare certificato TivuSat.

A questo punto, la domanda che ci si pone è: come si attiva la card di cui stiamo parlando? Anche in questo caso basta davvero poco: il processo è semplice e gratuito e può essere fatto da tutti.

Al fine di accedere ai tantissimi canali televisivi proposti dalla piattaforma di cui parliamo, basta avere la card. Questa la si trova nella confezione del decoder certificato, che è l’unico strumento che dà i permessi necessari per poter vedere anche dei canali che non sono visibili gratuitamente in chiaro.

Si procede, quindi, all‘acquisto del decoder e all’attivazione della card. Si tratta di un decoder satellitare e, pertanto, è importante acquistare proprio quello certificato.

[ads2]

Per attivare la card ci sono diversi modi e li elencheremo tutti. Il primo è anche il metodo più veloce: si va sul sito ufficiale Tivusat e si procede con l’attivazione della stessa.

Dopo essere andati sul sito ufficiale, si deve entrare nell’apposita pagina dedicata all’attivazione e compilare il form con tutti quelli che sono i dati che vengono man mano richiesti.

Tra i dati richiesti, ci sono il numero della card, che sono le 12 cifre che si trovano sul retro della stessa, e il codice fiscale. Consigliamo, pertanto, di avere questi documenti a portata di mano.

Naturalmente, verranno anche chiesti i dati anagrafici, la residenza, il numero di telefono e, soprattutto, il numero telefonico o il numero dell’abbonamento RAI.

Si tratta di un procedimento molto semplice, ma per chi non desidera effettuare questa trafila suggeriamo la possibilità di usare il telefono. In questo caso sarà sufficiente chiamare il call center al numero 199-309409, dal lunedì al sabato tra le 10 e le 22.

Un operatore preposto richiederà tutti i dati per l’attivazione Tivusat che, in poche parole, sono gli stessi che andrebbero inseriti sul sito ufficiale, come spiegato poco sopra.

Sottolineiamo che, in qualsiasi caso, la card deve essere inserita nel decoder durante la fase di attivazione. Altro step fondamentale è quello di sintonizzarsi su un canale RAI o Mediaset.

Quanto dura la procedura? Circa 30 minuti e, naturalmente, il call center è attivo e disponibile per risolvere qualsiasi problema inerente ogni singola fase dell’attivazione del servizio in questione.

A questo punto, non rimane che iniziare immediatamente a godersi 94 canali, di cui 30 in HD e tutti disponibili in chiaro. Con Tivusat è possibile vedere davvero di tutto: una moltitudine di canali e una miriade di programmi interessanti.

Qualche esempio? Ci sono tutti i canali RAI, tra cui anche quello Movie, quello Sport+, quello Storia e molti altri ancora.

[ads2]

Tanti sono anche i canali stranieri visibili grazie a questa piattaforma: in questo modo si potrà avere un’informazione a 360 gradi e sapere anche ciò che succede nel mondo nel migliore dei modi possibili. Una occasione da non perdere.

Copertura EOLO, come verificare se nella tua zona arriva il segnale

Copertura Eolo

Sebbene, oggi come oggi, quasi tutta Italia è coperta dalla classica rete ADSL, può capitare di vivere in una zona in cui invece tale servizio non è ancora attivo.

Cosa fare, quindi, in questo specifico caso? La risposta giusta è non disperarsi e cercare la migliore soluzione possibile, come ad esempio quella di rivolgersi alla connessione wireless EOLO.

Naturalmente, come sempre, la prima cosa da fare è quella di controllare la copertura EOLO nella zona di proprio interesse e poi procedere con l’attivazione di un piano tra i tanti previsti. E’ tutto molto semplice e spiegheremo nello specifico come fare.

[ads1]

Copertura EOLO: come verificarla?

Come detto, se si abita in una zona nella quale non è prevista la copertura della rete ADSL, l’unica soluzione plausibile è quella di andare ad affidarsi a un operatore che propone una connessione wireless. Tra i tanti, quello che si consiglia è EOLO, per la qualità del servizio offerto.

Tuttavia, è sempre importante andare a controllare la copertura del servizio, prima di sottoscrivere un abbonamento. In questo caso, per verificare la copertura EOLO basta davvero poco.

Vediamo come procedere. E’ semplice e immediato e il primo step da fare è quello di controllare sul sito ufficiale del gestore. Dopo aver avuto accesso alla home page del sito, non rimane che trovare la sezione appositamente dedicata alla ricerca della copertura e il gioco è fatto.

Mancherà, infatti, pochissimo prima di scoprire se la copertura EOLO nella zona di interesse è garantita o meno. Una volta dentro l’apposita sezione, non si dovrà fare altro che andare a specificare se quello che è l’indirizzo che si vuole monitorare.

Che sia quello della propria abitazione o, ancora, quello del proprio ufficio o della propria azienda, si deve specificare se si tratta di una via o di una piazza, inserire il numero civico e il comune di appartenenza.

[ads2]

Dopo questi semplici dati, basta cliccare su Verifica Copertura. Ecco, quindi, che dopo aver fatto tutto, si potrà scoprire se la zona è coperta o meno dal servizio. In caso di risposta positiva, poi, si potrà decidere come proseguire.

Si può attivare una promozione, si può chiamare il call center o, in caso si sia fatta la ricerca per mera curiosità, si può chiudere la pagina senza far nulla. La ricerca di informazioni sulla copertura, infatti, è assolutamente non vincolante ed è gratuita.

EOLO offre anche la possibilità di verificare la copertura nel caso in cui non si conosca un indirizzo preciso. Come fare in questo caso? Semplice. L’iter è molto simile a quello sopra esposto.

Se si deve verificare la copertura EOLO senza avere a portata di mano un indirizzo preciso da ispezionare, sarà sufficiente entrare sempre nella sezione di verifica della copertura.

Dopo aver fatto ciò, si dovrà scorrere verso il basso e selezionare la regione di proprio interesse. C’è un apposito menu a tendina, utile per trovare immediatamente quello che serve.

Se non si vuole inserire la regione c’è anche un altro modo alternativo, ancora più veloce: basta cliccare sulla cartina che appare sulla destra dello schermo la zona di proprio interesse.

Dopo averlo fatto, sarà sufficiente cliccare sul nome della città di proprio interesse per vedere tutti i comuni che sono raggiunti dalla connessione EOLO.

Va da sé che questo suggerito è solo il metodo più facile per verificare la connessione. Come sempre, si può anche chiedere l’aiuto di un operatore. Come fare? Ecco una serie di modi.

Il primo è quello di chiamare il call center del gruppo. Il numero da digitare in questo caso è 800.966.030.

Il servizio, del tutto gratuito, è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle 22:00, mentre la domenica sarà possibile usufruire dello stesso con orari differenti, ossia dalle 9:00 alle 18:00.

Parlando direttamente con un operatore, sarà possibile chiedere informazioni riguardo la zona di proprio interesse. EOLO è reperibile anche sui social, Facebook e Twitter su tutti, e si possono chiedere informazioni in merito alla copertura anche attraverso questi specifici canali.

[ads2]

Come si può notare, questo è un ottimo strumento che torna molto utile a chi non può usufruire della rete ADSL canonica nel zona in cui vive. Con la connessione wireless, infatti, un ostacolo del genere è facilmente superabile e si potrà avere un servizio veloce e a un prezzo molto conveniente.

Copertura Tiscali, scopri se la tua zona è coperta

copertura linkem

Quando si decide di cambiare gestore telefonico, magari per aderire a una migliore offerta ADSL, solitamente si prende in considerazione Tiscali. Il gestore, infatti, offre delle tariffe molto vantaggiose e tante occasioni per risparmiare senza rinunciare a un servizio di qualità.

Tuttavia, la prima cosa da fare è quella di controllare la copertura Tiscali. Inutile, infatti, andare ad attivare una promozione o cambiare gestore se poi non è garantita la copertura adatta per usufruire a pieno dei servizi offerti.

[ads1]

Copertura Tiscali: come controllarla?

Quella di controllare prima di tutto la copertura nella zona di proprio interesse è una dritta che vale per tutti i gestori e non solo per Tiscali. Specificato questo aspetto, vediamo, quindi, come fare per capire se la zona è raggiunta o meno dai servizi di questo operatore.

Cosa fare per verificare la copertura Tiscali? E’ tutto molto semplice e bastano pochi clic per capire se è il caso attivare qualche offerta o meno.

La risposta varia in base alla possibile presenza della copertura. Per scoprire tutto ciò, sarà sufficiente collegarsi al sito ufficiale del gestore telefonico e iniziare un piccolo iter che porta a capire quello che si desidera.

Aprendo la home page del sito ufficiale Tiscali, quindi, si troverà subito la sezione apposita relativa a quello che è il controllo della copertura nella propria zona.

Cosa fare a questo punto? Semplice, si deve solo iniziare la ricerca e il gioco è fatto. Pertanto, si dovranno inserire i dati richiesti per far partire l’indagine. In questo modo, si potrà capire se si può attivare un abbonamento ADSL o, addirittura, se la zona di proprio interesse è coperta dalla modernissima fibra ottica.

Vediamo nello specifico cosa fare.

Prima di tutto, cerchiamo i capire cosa offre Tiscali quando di si parla di ADSL e cosa, invece, viene offerto nel caso in cui si parla di fibra ottica.

Possiamo dire, in generale, che ADSL è la connessione ad oggi più diffusa. Parliamo di una connessione che viene definita asimmetrica, dato che ci sono diverse velocità per quel che concerne la trasmissione, ossia l’upload, e la ricezione, che è il download.

E in questo senso, Tiscali cosa offre? Una connessione con delle velocità abbastanza standard, a dire il vero: la velocità massima di trasmissione in download è di 20 Megabit/s mentre quella in upload è di 1 Megabit/s.

Per quel che concerne, invece, la fibra ottica, si deve dire che si tratta di una nuova tecnologia di trasmissione dati che permette di avere delle velocità ben superiori rispetto a quelle dell’ADSL appena riportate.

[ads2]

Si parla, nello specifico, di una connessione simmetrica, dato che l’ampiezza di banda sia dell’upload che del download sono le medesime.

Per quel che concerne Tiscali, viene offerta una connessione con una velocità massima di trasmissione in download è pari a 100 Megabit/s e in upload 20 Megabit/s.

Fatte tutte le necessarie premesse, veniamo al dunque. Come si controlla la copertura Tiscali? Sul sito ufficiale: questa è la strada più immediata e più semplice da percorrere.

Verrà chiesto all’utente che vuole scoprire se la propria zona è servita dal servizio, se si ha un altro operatore e si vuole, quindi, operare un cambio gestore.

Potrebbe interessarti anche: 

Copertura Linkem 

Copertura Fibra Tim

Copertura Fastweb

Inoltre, viene chiesto di inserire l’indirizzo esatto, in modo tale da controllare la situazione della copertura. Dopo aver inserito, in maniera corretta, tutti i dati richiesti e aver risposto alle pochissime domande poste da Tiscali, si potrà scoprire non solo se è presente la copertura nella zona di proprio interesse, ma anche se è possibile attivare l’ADSL o addirittura la fibra ottica, in modo tale da lasciare ancora più scelta all’utente.

Come sempre, si deve sottolineare che il tutto è assolutamente gratuito e senza impegno: ricercando la copertura Tiscali nella propria zona, non si ha nessun obbligo di acquisto o sottoscrizione di questa o quella offerta. Il cliente ha la facoltà di chiudere la pagina, come se avesse effettuato la ricerca per mera curiosità.

Se, invece, si è interessati a proseguire con l’attivazione di qualche promozione, lo si può fare in maniera semplice e veloce, dato che il sito Tiscali è estremamente user friendly.

Naturalmente, un’altra opzione sempre valida è quella di trovare il centro autorizzato Tiscali più vicino per andare a chiedere aiuto e supporto sia per la ricerca delle informazioni in merito a quella che è la copertura nella zona di proprio interesse, sia per la verifica e l’attivazione di qualche promozione molto allettante.

Come sempre, ricordiamo anche che Tiscali propone delle offerte interessanti sia a chi apre per la prima volta un contratto sia a chi decide di cambiare gestore. In questo caso, si deve sottolineare, le promozioni saranno ancora più allettanti, perché solitamente le compagnie ci tengono molto ad acquisire nuovi clienti.

[ads2]

Come si nota, si tratta di un procedimento molto semplice che, alla fine di tutto, può portare un bel po’ di risparmio. Non si deve perdere tempo e si deve correre a verificare la copertura Tiscali nella propria zona.

Copertura Linkem, come verificare se la tua zona è coperta

Linkem opinioni clienti

Di sicuro si sarà sentito parlare di Linkem, nuovo gestore che opera mercato italiano e che offre la possibilità navigare in LTE grazie a una apposita tecnologia, capace di saltare diversi ostacoli dovuti a problemi di ricezione dell’ADSL.

Linkem, infatti, sfrutta la rete mobile su più dispositivi, in modo tale da evitare i problemi tipici delle più antiquate chiavette Internet. Naturalmente, prima di decidere di attivare un’offerta, è conveniente informarsi sulla copertura Linkem nella propria zona.

Lo si può fare in maniera molto semplice e del tutto gratuita, così da avere la certezza di attivare un servizio utile e funzionante. Inoltre, il tutto è assolutamente senza impegno.

[ads1]

Copertura Linkem: come capire se c’è nella propria zona

Prima di iniziare ad andare nello specifico, è utile sottolineare che si tratta di una trafila molto semplice da fare. Anche chi non è ferratissimo in materia, non troverà alcuna difficoltà nel cercare di capire se, nella propria zona, c’è o meno copertura Linkem.

Come fare? Basta poco: si devono inserire alcuni dati e con pochi clic il gioco è fatto. Inoltre, si deve anche sottolineare che questo si può fare direttamente online, in completa autonomia.

Come detto, sarà sufficiente completare un form con le informazioni richieste e conoscere il responso. Dopo averlo fatto, non si dovrà necessariamente acquistare il servizio, né si verrà contattati da eventuali operatori.

Si tratta del primo passo per trovare l’offerta internet più consona alle proprie esigenze, ma se non si desidera attivare alcunché sul momento, si può effettuare solo il test e chiudere la pagina.

[ads2]

Veniamo al dunque e cerchiamo di capire per filo e per segno cosa fare al fine di andare a verificare la copertura di questo specifico gestore nella zona di proprio interesse. La prima cosa da fare è connettersi al sito ufficiale di Linkem.

Questo è il riferimento necessario per tutti coloro che desiderano avere delle notizie in merito al gestore, senza recarsi in uno dei tanti punti vendita autorizzati. Si tratta della soluzione più immediata e di semplice utilizzo. Nella home page del sito in questione, ci sarà una apposita sezione dedicata proprio al controllo della copertura nella propria zona.

Cliccando su Verifica Copertura, voce che appare nel menu segnalato in arancione che si trova nella parte alta della pagina iniziale del sito, si aprirà una mappa.

Si nota subito la casella nella quale digitare l’indirizzo per il quale si vuole eseguire il controllo. Dopo aver inserito la via, la città e la provincia, si deve cliccare su Verifica e apparirà un messaggio sullo schermo.

Nel caso in cui la copertura è presente, allora ci sarà un messaggio che lo comunica: complimenti, la zona è servita dal servizio Linkem. In questo caso ci sono tre possibilità: richiedere la chiamata gratuita di un operatore che illustrerà tutte le offerte attive, segnalando la migliore per le proprie esigenze; continuare le operazioni sul sito, senza l’aiuto di un operatore; chiudere il sito e fare tesoro dell’informazione ottenuta per sfruttarla, eventualmente, in un secondo momento.

Nel caso, invece, in cui la connessione Linkem non sia disponibile, arriverà uno specifico messaggio che segnala l’assenza di servizio nella zona ricercata.

Semplice, vero? Tuttavia, dobbiamo ricordare che, chi lo desidera, può chiedere anche per questa operazione l’aiuto di un operatore, cercando un negozio autorizzato Linkem e chiedendo direttamente a chi è preposto a questo se la propria zona è o meno servita dal servizio.

Quella online è, però, di certo la via più immediata per avere questa notizia, in modo tale da non perdere qualche offerta che, magari, è in scadenza proprio in giornata.

Le offerte ADSL Linkem sono, infatti, molto vantaggiose e tutti i clienti che utilizzano il servizio si dicono soddisfatti sia dalle prestazioni che dei prezzi proposti per i vari abbonamenti.

Insomma, una serie di vantaggi che non ci si deve lasciar scappare. Proprio per questo motivo, consigliamo di correre a verificare immediatamente la copertura Linkem nella zona di proprio interesse, per cambiare operatore e aderire a una offerta allettante e che permette di risparmiare non poco.

[ads2]

Linkem offre diverse offerte, tra cui, ad esempio, quella di una prepagata senza limiti, che ha un costo di 99 euro per 4 mesi di servizio e che permette di usufruire della connessione in maniera veloce e stabile, senza problemi di interruzioni varie, come esplicitamente sottolineato in apertura.

Copertura Tre, come capire se nella tua zona c’è segnale

Logo H3G

Tra tutti i gestori di telefonia mobile, di certo Tre è uno dei più apprezzati, soprattutto per le vantaggiose offerte che propone tanto ai suoi clienti affezionati, quanto a chi decide di cambiare operatore. Ecco, quindi, che in molti si chiedono come verificare la copertura Tre prima di sottoscrivere un nuovo abbonamento o di attivare una SIM sciolta.

Vediamo tutto quello che si deve fare, passo dopo passo, premettendo che si tratta di un procedimento molto semplice e che può essere fatto in pochi minuti anche online.

[ads1]

Come verificare la copertura Tre?

Iniziamo con il dire che l’iter per arrivare a capire la copertura Tre nella zona in cui si vive è davvero molto semplice. Bastano pochissimi clic sul sito ufficiale del gestore telefonico per arrivare a un risultato.

Non si perderà, quindi, più di un minuto, in modo tale da non lasciarsi sfuggire delle promozioni che durano poco e che devono essere attivate subito, al fine di evitarne la scadenza.

Come detto, la prima cosa da fare se si vuole verificare la copertura del gestore è quella di andare sul sito ufficiale Tre e trovare l’apposita sezione. Dopo averlo fatto, basta digitare il nome della città in cui si risiede.

In automatico, il sito rimanderà a Google Maps e permetterà di visualizzare la situazione. Ci saranno sia le zone raggiunte dalla rete 3G che quelle che, invece, sono coperte anche da quella LTE.

Le zone dove c’è segnale saranno contrassegnate dal colore verde, mentre quelle in cui l’operatore dimostra delle carenze saranno colorate di rosso.

[ads2]

Va da sé che questo è l’iter che si può fare direttamente a casa propria, andando sul sito ufficiale di Tre e facendo tutto autonomamente. Tuttavia, per controllare la copertura Tre è possibile andare anche presso uno dei tanti 3 Store presenti su tutto il territorio nazionale per controllare assieme a un operatore il tutto.

Anche in questo caso, l’operatore preposto visualizzerà una mappa che permetterà di capire se nella zona di interessa c’è o meno la copertura ideale per utilizzare il proprio device e per navigare in maniera quantomeno accettabile.

Ci vogliono pochissimi secondi per fare tutto ciò, sia che lo si faccia da soli che aiutati da un operatore.

Entrando nello specifico, una volta che si cerca di capire se nella zona interessata ci sia, o meno, copertura Tre, apparirà sul sito un messaggio e la mappa di cui sopra.

Potrebbe interessarti anche: 

Copertura Telecom per Fibra

Copertura Fastweb

In questo messaggio verrà esplicitamente sottolineato se la zona di interesse è raggiunta dalla rete di 3 Italia. Viene segnalato anche, come detto, se nella città ricercata è disponibile la connettività LTE, ossia se è coperta da rete Veloce – 4G LTE. In quest’ultimo caso, i vantaggi sono davvero notevoli: si può navigare, infatti, a una velocità sino a 100 Mbps, mentre nelle aree che sono ancora coperte solo da rete 3G la velocità di navigazione è molto inferiore ed è pari a 42 Mbps.

Nulla di più semplice e immediato. Ma, a questo punto, dopo aver verificato al copertura Tre, ci si deve chiedere come fare per attivare la promozione di proprio interesse. Anche in questo caso, le opzioni sono differenti e le elenchiamo.

Come attivare una promozione Tre

Per attivare questa o quell’offerta Tre ci sono diversi modi. Di sicuro, il più semplice è quello di recarsi presso un Tre Store e chiedere consiglio all’operatore. In questo modo, si otterranno tutte le informazioni desiderate e, soprattutto, un aiuto per attivare il tutto in maniera rapida e semplice.

Naturalmente, ci sono delle specifiche promozioni che possono essere attivate solo online e che, solitamente, permettono di avere ancora più vantaggi. In questo specifico caso, ci si deve collegare al sito ufficiale del gestore Tre e procedere con l’iter per l’attivazione delle varie promozioni.

Anche in questo caso, non si deve disperare, perché è tutto semplice e fattibile in pochissimo tempo e con pochi clic. Del resto Tre rimane, almeno al momento e soprattutto dopo la fusione con Wind, uno degli operatori più amati nel nostro paese e, proprio per questo motivo, la società cerca sempre di migliorare per non perdere la sua clientela.

Per quel che concerne la copertura Tre, infatti, cercando di zona in zona e di città in città, ci si può rendere facilmente conto del fatto che questa sia quasi del tutto uniforme.

[ads2]

Sono davvero poche, infatti, le zone che ancora non sono coperte dal gestore Tre e che, quindi, non sono ottimali per l’attivazione di nuove promozioni e offerte. Il gestore, come confermano i clienti soddisfatti, che sono la maggioranza, è in continua crescita e si migliora costantemente.

Copertura Fibra TIM: Guida e Info Utili

verifica copertura tim

Da qualche tempo a questa parte si inizia a parlare di fibra ottica. Questo comporta, come molti sanno, un netto miglioramento delle performance delle proprie connessioni internet, dato che viene offerto un servizio molto più efficace e una rete nuova e capace di far navigare tutti in maniera molto più veloce rispetto al passato.

Va da sé che il primo operatore a proporre la fibra ottica sia stato TIM. Ecco, quindi, che è lecito domandarsi come verificare la copertura fibra TIM in modo tale da andare a cambiare il proprio operatore per aderire a un’offerta migliore e avere una connessione più veloce.

[ads1]

Copertura Fibra TIM: come verificarla?

Poniamo il caso si desideri attivare una interessante offerta riguardante la fibra ottica di TIM: qual è il primo passo che si deve fare? Naturalmente quello di verificare la copertura nella zona di residenza o in quella dove si desidera attivare la linea.

Quello di verificare la copertura fibra TIM è un iter abbastanza semplice, ma bisogna seguire tutti i passaggi per ottenere la risposta e, pertanto, siamo qui per indicare tutto quello che va fatto a tal fine.

I consigli che diamo in merito alla verifica della copertura fibra TIM valgono, in linea teorica, per tutti i gestori, perché il procedimento, pur essendo personalizzato per ciascuno di essi, risulta essere molto simile.

La prima cosa da fare, quindi, sarà quella di collegarsi al sito ufficiale del gestore e in questo specifico caso a quello di TIM. Solo in questo modo sarà possibile accedere all’apposita sezione che è connessa con la ricerca della copertura.

[ads2]

Come si nota una volta aperto il sito principale del gestore telefonico, c’è un’apposita sezione dedicata proprio alla Verifica copertura ADSL e Fibra. La scheda in questione si trova in alto a destra e, cliccandoci sopra, si aprirà un form da compilare con alcuni dati, che porteranno il sistema a riconoscere la posizione in cui ci si trova, o quella inserita manualmente, prima di andare a verificare la copertura.

La prima cosa da indicare, quindi, è l’indirizzo, con il nome della città, la strada e il numero civico. Bisogna essere il più precisi possibile e, pertanto, si consiglia sempre di fare attenzione a quello che si digita quando si compila un form di questo tipo. Nello specifico, nell’ordine verranno richiesti i seguenti dati:

  • Provincia
  • Città
  • Via
  • Numero civico
  • CAP

Per alcuni dati basterà cercare la scelta giusta nel menu a tendina, mentre per altri, come l’indirizzo, si dovrà compilare il campo manualmente. Dopo aver inserito i dati richiesti, oltre al codice che viene richiesto di copiare nell’apposito spazio, si può ottenere la risposta che si sta cercando.

Per farlo, basta cliccare sulla voce in evidenza Verifica e si riuscirà a capire se la zona di appartenenza è coperta o meno dalla fibra TIM. Un iter davvero semplice e immediato, che ciascuno di noi può fare semplicemente collegandosi al sito ufficiale del gestore in questione.

Dopo aver verificato la presenza della copertura fibra TIM nella zona di interesse, si potrà, quindi, procedere con l’attivazione dell’offerta.

Fibra TIM: le caratteristiche

Sebbene sia importante capire se la propria zona è raggiunta, o meno, dalla fibra TIM è altresì importante andare a capire che si possono raggiungere velocità di navigazione differenti. Nello specifico, ci sono diverse zone e, pertanto, bisogna capire in quale fascia ricade la propria.

Diciamo subito, quindi, che se nella zona in cui si desidera attivare il nuovo contratto per attivare la fibra TIM è presente la rete che viene definita FTTH, ossia Fiber to the Home, la velocità può arrivare a sfiorare i 300 Mega.

Potrebbe interessarti: 

Copertura Fastweb

Linkem Opinioni

La situazione cambia nel caso in cui sia presente una rete chiamata FTTC, ossia Fiber to the Cabinet. In questo caso, infatti, la connessione passa per l’armadietto di zona e poi arriva in casa e questo fa perdere un po’ di velocità, anche se si parla pur sempre di una navigazione a 200 Mega, velocità molto più importante di qualsiasi semplice connessione ADSL.

Per quel che concerne, invece, l’upload, questo è sempre di 20 Mega. Si tratta, anche in questo caso, di una velocità molto interessante, nonché superiore a quella di qualsiasi connessione ADSL a cui siamo stati abituati sino a questo momento.

[ads2]

Nel caso in cui sia disponibile l’opzione fibra TIM, il consiglio è quello di cambiare immediatamente gestore, andando a scegliere il piano che più si addice alle proprie esigenze.

TIM da sempre è leader nel settore e, pertanto, è in grado di offrire servizi, piani e tariffe che nessun altro gestore è in grado di garantire. Ecco, quindi, che le migliori offerte per l’attivazione della nuova fibra ottica sono quelle che si trovano con suddetto gestore.

Copertura Fastweb, scopri se è il servizio adatto alle tue esigenze

copertura fastweb

Prima di cambiare un gestore è importante verificare quella che è la copertura nella propria zona, al fine di non ritrovarsi con un contratto stipulato e una rete di scarsa qualità. Volete capire qual è la copertura Fastweb nella vostra zona? Ecco una serie di importanti consigli da tenere sempre a mente.

Copertura Fastweb: come verificarla?

Come detto, prima di sottoscrivere questo o quell’abbonamento ADSL, consigliamo sempre di fare un’occhiata non solo all’offerta in sé, ma anche e soprattutto alla copertura del gestore.

[ads1]

Solo in questo modo, infatti, si può scoprire se la zona è coperta da Fastweb, così come da ogni altro gestore, se c’è la fibra ottica o solo la normale connessione ADSL. Queste sono tutte informazioni molto importanti, da tenere in conto nella scelta finale del provider internet.

Inoltre, in questo modo si potrà capire se Fastweb opera o meno nella propria zona di residenza. Qualora così fosse, poi, si potrebbe procedere con l’attivazione della connessione in maniera semplice e, volendo, lo si potrà fare anche online.

A questo punto, la domanda è come si verifica la copertura Fastweb? La risposta è altrettanto semplice, dato che lo si fa in pochissimi clic. Basta andare, infatti, sul sito ufficiale dell’operatore telefonico in questione e seguire delle semplicissime indicazioni.

Lo si può fare da ogni browser che abbia il supporto a Flash Player.  Vediamo, quindi, passo dopo passo, cosa fare.

Come detto, la prima cosa da fare per verificare la copertura Fastweb, sia per quel che concerne  l’ADSL che per quel che concerne la nuovissima fibra ottica, è collegarsi al sito ufficiale e compilare l’apposito form che appare su schermo.

In questo modulo, molto semplice da compilare, verranno richiesti alcuni dati essenziali per la verifica che si desidera fare. Si dovranno, quindi, completare tutti i campi in maniera corretta, in modo tale da capire se la copertura c’è o meno e di che tipo di connessione si può usufruire.

Potrebbe interessarti anche: 

Come abbonarsi a Mediaset Premium

Prepagate Sky

La prima cosa che si deve inserire è il comune di residenza. Nel form di cui parliamo, infatti, ci sarà un apposito campo nel quale si dovrà inserire il comune nel quale si vive e del quale si vuole controllare la copertura Fastweb.

 Come sempre, bisogna fare molta attenzione per non inserire dati erronei. Subito dopo questo primo dato, verrà richiesto l’inserimento di un secondo indizio finalizzato a verificare la copertura.

Si tratta della via in cui si abita che, naturalmente, dovrà essere corredata anche di numero civico, che andrà inserito anch’esso nell’apposito campo. Ci sarà, poi, un campo per selezionare il nome del proprio operatore di telefonia fissa attuale.

In questo caso, però, non si tratta di andare a scrivere il nome dell’operatore in questione, ma semplicemente si dovrà andare a selezionare dall’apposito menu a tendina il nome.

Inoltre, si dovranno aggiungere dei dettagli aggiuntivi, che servono per completare tutto l’iter. Innanzitutto, si deve indicare quello che è il proprio numero di telefono attuale e si deve altresì sottolineare se si desidera, o meno, mantenerlo anche dopo il passaggio di gestore. Si dovrà indicare anche il nome del provider internet che si ha al momento della richiesta.

[ads2]

Dopo aver completato tutti i singoli campi del modulo che compaiono, si clicca sul tasto apposito su cui compare la scritta Verifica copertura e il gioco è fatto. Basteranno pochi istanti per sapere se nella zona indicata c’è o meno copertura Fastweb.

In questo modo, poi, qualora si trattasse di una risposta positiva, si potrà iniziare l’iter previsto per cambiare gestore, passando da quello precedente a Fastweb. Semplice e immediato, così come lo sarà, successivamente, tutto il resto del percorso per usufruire delle nuove offerte del gestore.

Cosa offre Fastweb?

Ma a questo punto ci si potrebbe chiedere cosa offre Fastweb ai propri clienti o futuri tali. Iniziamo con il dire che il gestore fa una serie di vantaggiose offerte, pensate proprio per invogliare i potenziali utenti ad abbandonare il vecchio contratto per stipularne uno nuovo.

Ecco, quindi, che è utile non solo controllare la copertura Fastweb, m anche e soprattutto le varie offerte proposte. Ce ne sono così tante che sarà impossibile non trovare quella che fa al caso proprio.

Naturalmente, il discorso vale se c’è effettivamente della copertura nella propria zona ma, come detto, è semplice da verificare. Se c’è la possibilità di avere la fibra ottica di Fastweb, allora si avrà una connessione ultra veloce, capace di prestazioni ottime.

Qualche dato in più? Possiamo dire che la connessione Fastweb in presenza di copertura per la fibra ottica arriva sino a 200 Mega. Questo accade in quelle zone che godono di copertura della cosiddetta Fiber to the Home.

Se, invece, la zona è coperta da quella che viene definita tecnologia Fiber to the Cabinet o Fiber to the Street la connessione arriva sino a 100 Mega. Cosa cambia? Che in questo secondo caso la rete è in fibra ottica , ma arriva dalla centrale all’armadio stradale per poi arrivare in casa con il classico cavo. Nel primo caso, invece, la connessione arriva direttamente in casa, senza passare dalla cassetta.

Se, invece, la zona in cui si abita è coperta solo a livello ADSL, la connessione arriverà ai classici 20 Mega che, tuttavia, non sono per nulla pochi e, soprattutto, sono nella media dell’offerta degli altri gestori.

Ricordiamo, infine, che Fastweb opera anche nel settore mobile. Curiosi, quindi, di sapere se la vostra zona è coperta da questo punto di vista? Ecco che vi diciamo come verificarlo.

Iniziamo con il dire che in questo caso, Fastweb si appoggia a TIM, garantendo copertura molto buona in tantissime zone d’Italia. Per verificare la copertura della rete ci si deve collegare al sito dal proprio device e si deve cliccare sull’icona che compare accanto a Cerca.

[ads2]

Potrebbe essere richiesto il permesso di rilevare la posizione geografica o, in alternativa, si può procedere andando a digitare manualmente il nome della tua città e cliccando, poi, su Cerca. Anche in questo caso, basta poco e il gioco è fatto!