Home / Prestiti personali / Prestiti Enpam: finanziamenti per medici

Prestiti Enpam: finanziamenti per medici

Prestiti Enpam

I prestiti Enpam, rappresentano delle particolari agevolazioni fiscali disponibili solo per coloro che sono iscritti a tale istituto, ossia l’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici. Qui di seguito analizzeremo e recensiremo le offerte di Enpam, individuando quelle più vantaggiose.

Cosa sono i prestiti Enpam ed a chi sono rivolti?

I prestiti Enpam sono dei particolari finanziamenti che vengono offerti ai professionisti Medici ed Odontoiatri. Questi presentano una serie di vantaggi rispetto ad un normale prestito e vengono forniti per garantire un’agevolazioni a questi professionisti che proprio per gli elevati costi dei macchinari, necessitano spesso di prestiti di denaro.

 

 

Come ottenere un prestito Enpam?

I prestiti offerti da Enpam sono disponibili solo per le categorie lavorative di Medici ed Odontoiatri che sono iscritti all’ente. Al momento della stipula del contratto infatti, oltre al documento di identità, al codice fiscale ed a documenti che attestino il reddito, anche il tesserino di iscrizione all’ente.

E’ infine necessario contattare gli uffici dell’Enpam per aver indicati quali sono gli istituti di credito a cui potersi affidare.

Potrebbe anche interessarti: 

TAEG: guida completa alla comprensione

Cosa offrono i prestiti Enpam?

L’Enpam, attraverso delle varie convenzioni con diversi istituti di credito, permette ai propri iscritti di ottenere una serie di agevolazioni e prestiti, utili non solo per l’acquisto di attrezzature lavorative, ma anche per esigenze professionali. I prestiti variano da un importo minimo di 5.000 euro, ad un massimo di 200.000 euro, presentano dei tassi agevolati e dei tempi di rimborso più lunghi del normale.

Come già accennato inizialmente, non è l’ente stesso ad erogare il prestito, ma lo fa tramite convenzione con alcuni tra i più importanti istituti di credito Italiano, quali ad esempio:

Deutsche Bank permette di ottenere prestiti personali fino ad un massimo di 30.000 euro in rate fino ad 84 mesi, direttamente con addebito sul proprio conto corrente. Questo istituto, oltre ad una numerosa serie di finanziamenti per i professionisti, si occupa anche di fornire finanziamenti a pazienti di dentisti per le proprie cure odontoiatriche.

Bnl Gruppo BNP paribas offre prestiti chirografari per importi che vanno da 5.000 al 200.000 euro rateabili da 6 a 120 mesi. Tali prestiti possono essere a tasso fisso o variabile. I prestiti personali, invece hanno importi che vanno da 5.000 a 100.000 euro pagabili con rate che vanno da 36 a 120 mesi, anche in questo caso con tassi fissi o variabili.

 

 

Banca Popolare Pugliese offre agli iscritti Enpam un prestito personale da ottenere in tempi rapidi, addebitando il costo della rata direttamente sulla propria busta paga o sulla propria pensione. Presenta un tasso fisso, bloccato per l’intera durata del prestito, senza alcun importo trattenuto dall’importo richiesto.

Agos, che consente l’erogazione di un prestito personale, chiamato Free For You che permette di richiedere un importo fino ad 80.000 euro con importanti agevolazioni, tra cui il salto di rate, la modifica dell’importo o l’unione con altri prestiti con il pagamento di una singola rata. Il salto di rata può essere effettuato diverse volte durante l’intera durata della rateizzazione e permette di recuperare il pagamento al termine della rateizzazione .

Quali sono i vantaggi di questi prestiti?

Sicuramente, i prestiti Enpam rappresentano un vero vantaggio per tutti i professionisti del settore che necessitano di un prestito, i tassi sono veramente concorrenziali rispetto ad un normale prestito, così come gli importi e le diverse concessioni.

 

 

Una particolare attenzione è sicuramente da rivolgere a quelle offerte che permettono la cosiddetta cessione del quinto, ma anche alle garanzie ed offerte per coloro che sono clienti di medici convenzionati. Generalmente, ottenere un prestito Enpas è abbastanza semplice e veloce, le modalità di erogazione dipendono dall’istituto convenzionato al quale vi affiderete, ma solitamente vi è un accredito sul conto corrente.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *