Home / Prestiti personali / Prestiti a fondo perduto: concreta opportunità

Prestiti a fondo perduto: concreta opportunità

Finanziamenti a fondo perduto

Si sente spesso parlare di prestiti a fondo perduto, anche definiti finanziamenti a fondo perduto  e, per questo motivo, è bene specificare nel migliore dei modi cosa indica suddetta locuzione e quali sono le caratteristiche di questi peculiari finanziamenti.

Prima di entrare nel vivo del discorso, è bene sottolineare che si definisce a fondo perduto quell’intervento finanziario che prevede sì l’erogazione di un capitale che, però, non deve essere restituito.

Se si ottiene, dunque, un prestito a fondo perduto, la cifra ottenuta non dovrà essere restituita o, comunque, il beneficiario non è tenuto a pagare gli interessi.

Le caratteristiche principali dei prestiti a fondo perduto

Si deve altresì sottolineare che, in linea di massima, questo genere di intervento viene operato soprattutto o da enti pubblici, come Stato, regioni o Comunità Europea, o anche da istituti di credito (qui le nostre recensioni sui prestiti) anche se, molto spesso, questi ultimi agiscono dietro delega di enti pubblici.

 

 

Suddetti finanziamenti a fondo perduto hanno anche un’altra peculiarità, che è quella di essere erogati soprattutto a favore di talune categorie di cittadini, nonché di aziende, che necessitano di un aiuto in tal senso.

Possiamo, quindi, dire che nella maggior parte dei casi esiste un erogante pubblico, anche se ci sono anche dei casi in cui l’erogante è privato. Qualche esempio? Ci sono fondazioni o associazioni private che utilizzano tale forma di prestito.

Come funziona un prestito a fondo perduto

Detto questo, è importante capire come funziona questo tipo di prestito. C’è da dire che le notizie che ci sono in merito a questa particolare tipologia di finanziamento sono veramente poche e, comunque, sono molto confusionarie.

Cercheremo, pertanto, di fare chiarezza, dato che si tratta di un aiuto economico di non poca importanza.

Come detto in apertura, i prestiti a fondo perduto sono dei prodotti a tasso agevolato che consentono al beneficiario di ottenere una cifra in prestito, senza l’obbligo di restituzione.

In altre parole, possiamo dire che si tratta di una concessione di capitale, come ogni altro finanziamento, che però non dovrà essere restituito.

Da ciò si capisce una cosa: si tratta di uno strumento molto importante, che dà a chi ne riesce a beneficiare un’opportunità unica per avviare un’attività.

Vuoi aprire una tua attività? Dai un occhio qui: 

Documenti per imprese e professionisti

Diritto imprese e professionisti

Chi può richiedere prestiti a fondo perduto

E’ necessario specificare che, solitamente, questo tipo di prestito viene concesso a determinate e specifiche categorie. Nello specifico, nella maggior parte dei casi si assiste allo stanziamento di fondi per l’imprenditoria femminile, giovanile o per avviare delle nuove start up.

ertanto, basta appartenere a una di queste categorie, rientrare negli standard richiesti, per poter accedere al prestito a fondo perduto. Trattandosi di un prestito che non va rimborsato, non tutti possono riceverlo e, pertanto, si devono superare delle accurate selezioni prima di poterne ricevere uno.

Le diverse tipologie di prestito a fondo perduto

Esistono diversi tipi di prestito a fondo perduto: sostanzialmente si dividono in fondi europei e fondi statali. Vediamo, quindi, quali sono le differenze e le caratteristiche principali di ciascuna tipologia nello specifico.

I finanziamenti europei a fondo perduto sono erogati da istituzioni europee. Possiamo dire che sono non solo i Prestiti europei a fondo perdutopiù frequenti, ma anche i più conosciuti anche se, dobbiamo dirlo, in Italia non si riescono mai a sfruttare a pieno i prestiti che l’Europa ci mette a disposizione.

Questo non significa necessariamente che non ne abbiamo bisogno, ma vuol dire che molto spesso chi potrebbe farne richiesta non è a conoscenza dell’esistenza di questi prestiti o che, comunque, non si hanno tutti i requisiti necessari per ottenere un prestito di questo tipo.

Non è semplice, infatti, riuscire a ottenere suddetto tipo di prestito e gli iter burocratici sono talvolta eccessivamente lunghi.

Tuttavia, se si desidera investire in un’attività è sempre importante cercare di capire se ci sono dei finanziamenti europei da poter richiedere. Per far ciò, è indispensabile informarsi presso il sito ufficiale delle istituzioni europee.

I settori che più di tutti vengono interessati dai fondi dell’Unione Europea sono i seguenti: istruzione, turismo, agricoltura e nuove tecnologie, ma questo non significa che molti altri settori vengono tagliati del tutto fuori.

I finanziamenti a fondo perduto dell’Unione Europea si aggiornano costantemente e, pertanto, è utile rimanere sempre informati in materia.

 

 

Per quel che concerne, invece, i finanziamenti statali a fondo perduto, si deve aprire una parentesi a parte. Si tratta, sostanzialmente, di finanziamenti erogati dallo Stato e sono rivolti, nella maggior parte dei casi o a disoccupati o a giovani imprenditori o all’impresa femminile.

Attenzione, però: a differenza di quelli europei, questa tipologia di finanziamento agevolato non viene erogata di continuo e, pertanto, è utile averne immediata notizia accedendo al sito http://www.impresainungiorno.gov.it/, che è quello sul quale vengono comunicate tutte le opportunità di finanziamento a fondo perduto. Qui si trovano i bandi, i requisiti di accesso e molto altro ancora.

Finanziamenti Regionali a fondo perduto

Prestiti regionali a fondo perdutoEsistono, poi, i prestiti erogati dalle Regioni. Diciamo subito che le regioni sono gli enti che devono occuparsi della gestione dei fondi europei.

Per accedere a questo tipo di prestiti agevolati, di solito ci sono dei bandi di concorso che danno il via a una selezione che serve per classificare gli aventi diritto in base a degli specifici requisiti di merito, che sono quelli specificati nel bando stesso.

Come detto, si tratta di una opportunità davvero unica: accedere a uno di questi prestiti a fondo perduto, che sia statale, regionale o ancora europeo, dà la spinta giusta a chi vuole avviare la propria attività o ha bisogno di un aiuto per ampliare o rimettere in piedi quella esistente.

Come detto, questo tipo di finanziamenti sono per lo più riservati a delle particolari tipologie di beneficiari che, quindi, non devono perdere l’occasione per accaparrarsene uno.

 

 

Consigliamo, quindi, di essere sempre e costantemente aggiornati su quelli che sono i bandi per suddetti tipi di finanziamenti, in modo tale da fare richiesta.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *