Home / Mutui / Mutuo Bpp Digibank: è quello giusto per te?

Mutuo Bpp Digibank: è quello giusto per te?

Mutuo Bpp Digibank recensione

Le Banche che concedono mutui sono veramente tante e spesso è un problema saper riconoscere quali sono le più convenienti e quali meno. Qui di seguito recensiremo il mutuo della Banca Popolare Pugliese Digibank, indicando le varie tipologie, i vantaggi e tutto ciò che possa essere utile ad una scelta saggia.

La Banca Popolare Pugliese Digibank, offre per i propri clienti tutta una serie di finanziamenti vantaggiosi, diverse formule di mutuo per acquistare o ristrutturare casa o addirittura per disporre di altre liquidità. Bisogna distinguere tre diversi tipi di mutui: il mutuo chirografario, per l’acquisto di beni o per attività professionali; il mutuo residenziale, per l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile ed infine il mutuo liquidità, da richiedere per fini diversi da quelli abitativi.

Quali sono i mutui disponibili per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di un immobile?

 

 

Il mutuo per l’acquisto, costruzione o ristrutturazione di un immobile, chiamato anche mutuo ipotecario, è un finanziamento concesso dalla banca generalmente in un’unica somma, che verrà rimborsato dal beneficiario in rate mensili per un minimo di 5 ad un massimo di 30 anni. La Banca Popolare Pugliese Digibank ne offre tre diversi tipologie:
Prontomutuo: finanziamento a medio o lungo termine, per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di un immobile, può essere a tasso fisso o variabile, ma è anche presente l’opzione Switch, che permette di richiedere in qualsiasi momento il passaggio da tasso variabile a tasso fisso o viceversa per un massimo di 3 volte durante la durata del contratto.

 

 
Prontomutuo prima casa: mutuo per tutti i lavoratori che vogliono acquistare la loro prima casa. Ha un importo finanziabile massimo di 200.000 euro, una durata di un massimo di 30 anni e può essere a tasso fisso, variabile o misto. Il mutuo a tasso fisso sta a significare che ogni importo durante tutta la durata del contratto sarà uguale, il mutuo a tasso variabile invece non rimane costante, ma variabile in tutte le rate.
Prontomutuo ristrutturazione: finanziamento utile per la ristrutturazione di un edificio, con un importo erogabile di un massimo di 130.000 euro, rimborsabili in 20 anni. Anche in questo caso è possibile sottoscriverlo a tasso fisso o variabile.

Vi sono dei mutui per l’acquisto di beni non immobili?

Il mutuo liquidità della Banca Pugliese Digibank, è quel mutuo a medio termine che può essere richiesto per l’acquisto di beni personali e che viene restituito alla banca con delle rate fino ad un massimo di 20 anni. Anche in questo caso può essere fisso o variabile. Il tasso fisso può essere richiesto dai privati che allo scadere del mutuo non abbiano compiuto 70 anni, copre l’80% del costo e viene erogato in breve tempo dopo la stipula del contratto.

A cosa fanno riferimento i tassi fissi e variabili?

Il tasso fisso fa riferimento all’IRS, calcolato su tutta la durata del mutuo più lo spread , diverso in base a quanto sia la durata totale. Il tasso variabile viene invece calcolato con le variazioni di borsa, Euribor, quindi non rimane costante nel tempo ma è soggetto a variazioni.

Come avviene il pagamento della rata?

La rata può essere direttamente accreditata sul conto corrente, senza alcuna spesa di commissione, oppure può essere pagata per cassa o bollettini postali, ma in questo caso vi saranno delle spese di commissione. Può essere inoltre pagata mensilmente, trimenstralmente, semestralmente o annualmente.

Quali sono i vantaggi?

Sicuramente uno dei vantaggi principali è la velocità, una volta stipulato il contratto infatti, avrete in un’unica tranche tutto il denaro, inoltre la banca assicura un rapporto trasparente con il cliente.

 

 

E’ indicato per tutte le età, in particolare il Prontomutuo prima casa è ottimo per i giovani che vogliono acquistare il loro primo immobile senza eccessive spese. E’ possibile per rendere l’offerta ancora più vantaggiosa, sottoscrivere anche un contratto assicurativo, in modo da essere coperti in caso di decesso del titolare del mutuo o in caso di invalidità superiore al 60%.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *