Home / Investimenti / Investire col Trading online, guadagnare soldi col web

Investire col Trading online, guadagnare soldi col web

Internet ha reso i mercati facilmente accessibili a tutti e dal 2008 con le opzioni binarie entrate nei mercati finanziari è partita la moda del trading online, ma è una forma di guadagno extra efficace?

Storia del Forex trading

Prima del 2008, si poteva investire nel mercato Forex solamente se si era una banca centrale, un istituto di credito, i broker professionisti e chi aveva una liquidità consistente, come grandi società e pochi altri.

Nel 1990 si assiste a un primo cambiamento: i flussi di capitali tra Nazioni aumentano, grazie soprattutto all’avvento delle nuove tecnologie. Il mercato Forex  divenne accessibile soprattutto ai singoli trader o investitori, che da questo momento possono speculare sulle maggiori valute. Nel 1992, causa una forte crisi, il mercato si arresta perché essa  era collegata direttamente ai movimenti speculativi di valuta.

 

 

Ad esempio, il miliardario George Soros ha avviato una posizione a breve di 10 miliardi di sterline, investendo sul declino della valuta inglese. Di conseguenza, la Bank of England è stata costretta a rimuovere momentaneamente la sterlina dal Sistema Monetario Europeo. In questo modo, George Soros riuscì, con quella operazione, a ottenere un profitto di un miliardo di dollari.

Dal 1995, anno in cui si sviluppò Internet, i singoli investitori possono scambiare valute in tempo reale, ma solo dal 2002 i broker online sono iniziati ad aumentare, grazie anche all’introduzione di piattaforme online facili da utilizzare e comprendere.

Il Forex trading di ultima generazione

Ad oggi, questo mercato valutario rappresenta il più grande del mondo in termini di volume di transazioni al giorno, senza neanche avere una sede fisica centrale. Si stimano oltre quattro miliardi di dollari.

In cui la maggioranza delle valute viene scambiata esclusivamente a scopi speculativi, tanto che si superano i miliardi di dollari al giorno. Dall’esempio del miliardario, si evince che con questa tipologia di investimento si può guadagnare col web anche in momenti di forte crisi finanziaria, ed è forse la ragione per cui il Forex sta prendendo ancora piede. Ma non solo per lo scambio di valute o coppie di valute reali, bensì per scambiare criptovalute.

 

 

Esse sono sostanzialmente dei file particolari che fungono da moneta virtuale. La crypto più famosa è senza dubbio Bitcoin. Possiamo affermare con certezza che sia il dollaro virtuale, in quanto ogni oscillazione e variazione di valore di questa valuta digitale determina, in automatico, la sorte delle altre come Ethereum, Ripple o Bitcoin Cash. Clicca per scoprire tutto sul trading di crittovalute

Diventare trader oggi

Fare trading online oggi vuol dire possedere un PC e una connessione Internet. C’è da dire ceh, grazie a contratti all inclusive, il potenziale trader può trascorrere tutto il giorno a studiare i mercati finanziari e ad agguantare i migliori affari, come può usufruire di social network creati apposta per il copy trading, detto anche social trading.

Si tratta di un interessante servizio che offrono alcuni broker, in cui il trader può copiare le mosse degli esperti e dei professionisti, seguiti, appunto, all’interno dei social, con l’intento di trarne gli stessi profitti.

Ci guadagnano entrambi: il trader in erba potrà imparare i segreti del Forex trading, mentre l’esperto percepirà una commissione per il suo operato e fidelizzerà l’utente, il quale gli chiederà consigli utili finchè non saprà camminare con le sue gambe in questo campo.

 

 

Il trader in sostanza è un investitore che si confronta con la realtà che lo circonda e con coloro i quali operano nello stesso settore, sfrutta i grafici online in tempo reale per individuare in anticipo l’andamento delle valute reali e virtuali e si aggiorna costantemente grazie al calendario economico, offerto gratis dai broker più affidabili, senza dimenticare di dedicare parte del tempo alla sua formazione per imparare nuove nozioni e operare in nuovi asset finanziari.