Home / Investimenti / PostaFuturo Certo New, risparmiare e rivalutare il capitale: la nostra recensione

PostaFuturo Certo New, risparmiare e rivalutare il capitale: la nostra recensione

Reclamo poste

Oggi ci si trova spesso a parlare di polizze assicurative sulla vita ed è proprio per questo motivo che è utile presentare un prodotto come PostaFuturo Certo New, che si inserisce proprio in questo specifico settore.

Perché si sta registrando questo boom? Moltissime sono le persone che hanno, ad oggi, la percezione di un futuro incerto, soprattutto dal punto di vista lavorativo e, pertanto, si cercano delle soluzioni alternative, in grado di fronteggiare anche delle situazioni che possono essere abbastanza problematiche.

 

 

Ecco, quindi, che PostaFuturo Certo risulta essere una soluzione per chi decide di mettere da parte una somma di denaro per il proprio futuro e, in più, vuole ricevere anche un surplus. Di cosa si tratta nello specifico? Vediamo da vicino il prodotto postale in questione.

PostaFuturo Certo: di cosa si tratta?

Quando si parla di PostaFuturo Certo si parla di un prodotto di Poste Italiane, così come è facilmente intuibile. Vediamo come si qualifica il prodotto in sé.

Questo viene presentato come un contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili. Cosa significa in parole povere?

Che verrà riconosciuta a chi lo sottoscrive una rivalutazione del capitale che ha deciso di assicurare e questo nel caso specifico in cui la Gestione Separata di Poste Vita SpA, altresì nota come Poste Valore Più, conseguirà un utile dagli investimenti effettuati con tale somma.

Recensione Posta Futuro Certo New

A tal proposito, si deve rimarcare che nel momento in cui si parla di Gestione Separata è necessario ricordare che acquisizione di capitali che provengono dalla sottoscrizione delle polizze andrà a creare il cosiddetto fondo, che non va assolutamente confuso con quello che è il patrimonio dell’Ente.

La gestione finanziaria del fondo in questione sarà finalizzata, solo ed esclusivamente, all’accumulo di utili che verranno poi ripartiti tra tutti coloro i quali hanno sottoscritto il piano.

Si deve sottolineare che gli investimenti sono sempre finalizzati all’acquisto di titoli obbligazionari, CCT e simili che, sino al momento in cui rimarranno nella Gestione, verranno valorizzati al prezzo di acquisto, che è il cosiddetto valore storico. 

Qual è il vantaggio? Che le varie oscillazioni di mercato non influiscono in alcun modo sull’investimento stesso. Sebbene da ciò derivi il fatto che il rendimento potrebbe non essere elevatissimo, c’è da dire che questo è stabile: si tratta, quindi, di un investimento non rischioso e assicurato in un certo qual modo.

Inoltre, viene anche garantita la capitalizzazione dei premi versati al netto dei costi di gestione e della commissione del 3% sul capitale investito alla sottoscrizione del contratto. Non male per un fondo sul futuro!

Quant’è la durata dell’investimento

Tra le peculiarità di questo prodotto postale si deve sottolineare che la durata del contratto di assicurazione è prestabilita in 20 anni e possono aderire tutti coloro i quali si ritrovano nella fascia di età che va dai 18 agli 85 anni.

 

 

Si può definire il contratto come a medio/lungo termine e questa caratteristica permette alla polizza di sviluppare e ottimizzare quelli che sono i possibili utili di gestione. Attenzione: è possibile riscattare il contratto prima della fine dello stesso!

PostaFuturo Certo New: i costi

Vediamo, quindi, quali sono i costi di gestione e di sottoscrizione del prodotto in questione. Iniziamo con il dire che lo stesso ha un costo acquisito sul premio assicurativo, per ogni somma al di sopra dei 2.500 euro, pari a 10 euro. Al fine di sottoscrivere il contratto stesso sarà sufficiente una somma minima di € 2.500. Inoltre, sarà possibile andare a effettuare in qualsiasi momento ulteriori versamenti che si andranno, quindi, ad aggiungere al capitale inizialmente investito. Questi non devono essere inferiori a € 500 né superiori a € 5.000.

Inoltre, si deve sapere che dal rendimento lordo, il Fondo preleva una commissione pari allo 0,90% per la gestione, l’acquisto o la vendita dei titoli in precedenza acquistati.

Vediamo, quindi, quali sono le garanzie che rendono interessante questo prodotto. Si ha, ad esempio, la possibilità di procedere con il riscatto totale già al secondo anno. Questo sarà reso al netto delle commissioni e dei costi. Per quel che concerne, invece, la possibilità di riscatto parziale, anche questa è possibile sempre dal secondo anno in poi e sempre al netto di costi e commissioni!

Cosa accade alla scadenza di contratto? Il capitale, se l’assicurato è in vita, può essere ritirato e ad esso verranno aggiunte tutte le capitalizzazioni dei premi che si sono avute con i rendimenti conseguiti dalla Gestione Separata. Inoltre, se si desidera, si può richiedere una rendita vitalizia immediatamente rivalutabile.

 

 

E in caso di morte del contraente? Qui si deve premettere che, al momento della firma del contratto, è nelle facoltà del sottoscrittore designare il beneficiario in caso morte che, quindi, eserciterà i suoi diritti sul capitale investito.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *