Home / Documenti Imprese e professionisti / Lettera di richiamo, la guida completa

Lettera di richiamo, la guida completa

Lettera di richiamo

 

Spesso si sente parlare di lettera di richiamo senza, tuttavia, avere ben chiaro di cosa si tratta. Iniziamo con il dire che una lettera di richiamo è uno dei tanti strumenti che si trovano nel mondo del lavoro e che servono, come suggerisce il nome stesso, a richiamare qualcuno che non adempie al proprio dovere.

Nello specifico, quindi, possiamo dire che la lettera di richiamo è uno strumento molto importante nelle mani del datore di lavoro, che può utilizzarlo nei confronti dei propri dipendenti.

Tale strumento viene definito anche come ammonimento scritto e altro non è che un provvedimento disciplinare che un datore di lavoro può redigere nel caso in cui pensi che un dipendente abbia agito o stia agendo in maniera scorretta.

 

 

In questo modo, quindi, il lavoratore viene richiamato e ammonito, mentre si sottolinea che i suoi comportamenti sono contrari alla policy aziendale e, in taluni casi, potrebbero finanche essere puniti.

Potrebbe interessarti anche:

Sezione Diritto e Leggi per Imprese e Professionisti

Abbiamo, quindi, capito che si tratta di uno strumento il cui obiettivo è quello di andare a mettere in guardia il lavoratore che sta compiendo o ha compiuto un illecito.

Ecco qualche esempio di caso in cui si può scrivere una lettera di richiamo. Un caso molto classico è quello delle continue assenze o, ad esempio, dei ritardi. Se il contratto di lavoro è chiaro e non lascia spazio a libere interpretazioni, allora il lavoratore sa di avere degli obblighi per quel che concerne orari e giornate di ferie.

Ecco, quindi, che i continui ritardi o le continue assenze, possono essere redarguiti inizialmente con una lettera di richiamo che funge da monito, dato che poi il datore potrebbe decidere di prendere delle decisioni differenti che potrebbero finanche portare, ad esempio, al licenziamento del lavoratore che non adempie ai suoi obblighi.

Attenzione, però, perché questi sono solo i motivi più frequenti, ma la casistica è molto più ricca.

 

 

In ogni caso, è utile specificare che, nonostante si tratti di una lettera che ha una certa importanza, non sempre ha una valenza di minaccia. Molto spesso, infatti, è uno strumento che viene utilizzato proprio per evitare delle conseguenze più gravi come, ad esempio, il licenziamento.

Come si scrive una lettera di richiamo

Come scrivere una lettera di richiamo? Iniziamo con il dire che il tono deve, senza dubbio, essere formale. L’ammonimento scritto, quindi, deve essere scritto con un certo tono e, inoltre, deve essere comprensibile.

In poche parole, quello che è il comportamento non tollerato deve essere specificato in maniera chiara e si deve anche esplicitamente sottolineare quali potrebbero essere i provvedimenti presi nel caso in cui i suddetti vengano perpetrati.

La lettera deve anche essere inviata nel minor tempo possibile, in modo tale che il destinatario possa prenderne atto e comportarsi di conseguenza. Va da sé che la lettera non va di certo consegnata a mano, bensì deve essere inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, nei tempi e nei modi previsti dalla legge.

Cosa può fare il dipendente che riceve una lettera di richiamo? Entro 5 giorni dalla data di ricezione può rispondere alla lettera, con una comunicazione finalizzata a difendersi o per chiedere di essere ascoltato.

Ovviamente, il lavoratore non è obbligato a presentare le proprie giustificazioni ma, nel caso lo desideri, può farlo come previsto.

Quindi, il lavoratore può contestare la lettera e il titolare, in questo caso, può decidere se accogliere o meno le giustificazioni. Nel secondo caso, entro 10 giorni deve dichiarare al destinatario della lettera quali sanzioni vuole applicare.

 

 

Modello Fac Simile lettera di richiamo

Per i nostri lettori, alleghiamo un modello già pronto di lettera di richiamo, che potrete gratuitamente scaricare e compilare secondo vostre esigenze.

Clicca qui e scarica

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *