Home / Documenti per il cittadino / Lettera di presentazione o lettera motivazionale: come scriverla al meglio

Lettera di presentazione o lettera motivazionale: come scriverla al meglio

Lettera di presentazione motivazionale

Quando si cerca un lavoro (qui la nostra sezione offerte di lavoro), scrivere una lettera motivazionale è molto importante e questo perché serve per presentarsi nel migliore dei modi a chi dovrebbe assumerci.

Vediamo, quindi, come scrivere una lettera di presentazione che, solitamente, o viene espressamente richiesta assieme al curriculum vitae, o viene deciso di inserire per maggiore completezza.

 

 

Lettera motivazionale: di cosa si tratta?

Pur trattandosi di uno strumento molto utile e interessante, che può far acquistare diversi punti quando si avanza la propria candidatura per un determinato lavoro, moltissime persone non sanno cosa si intende quando si parla di lettera di presentazione, altresì nota come lettera motivazionale.

Migliori offerte di lavoro:

Rai lavora con noi

Piazza Italia lavora con noi

Crai lavora con noi

Molto spesso, è bene saperlo, le aziende che ricevono i curricula senza questo tipo di lettera, non prendono in considerazione la candidatura del candidato e, pertanto, è molto utile imparare a redigerne una in maniera corretta.

Prima di entrare nello specifico di come scrivere una lettera motivazionale, è bene fare alcune precisazioni.

La lettera di presentazione accompagna il curriculum e non va a sostituirlo.

I due elementi sono perfettamente integrati, anche perché nella lettera si specificano quelle che sono le motivazioni che spingono il candidato a cercare lavoro proprio in quell’azienda e questo aspetto di solito non traspare dal curriculum.

Pertanto, in fase valutativa, si ha sia il curriculum che la lettera motivazionale e di presentazione del candidato, che ne approfondisce intenzioni e carattere, e si procede con una scelta più oculata.

Va da sé, quindi, che la lettera motivazionale, a differenza del curriculum che ha dei punti fissi, può essere personalizzata nella maniera migliore possibile, in modo tale da andare a esaltare quelle che sono le proprie doti.

Come scrivere una lettera motivazionale: guida passo passo

 Nella lettera di presentazione ci si deve, innanzitutto, presentare. E’ utile fare un piccolo ripasso di tutto quello che c’è scritto del curriculum per quel che concerne i dati anagrafici più importanti ma, soprattutto, si deve puntare su quelle che sono le proprie caratteristiche che dovrebbero spingere un datore di lavoro ad assumerci.

Pertanto, è importante puntare tutto su quelle che sono le proprie attitudini che più si avvicinano a quelle richieste dal lavoro che si desidera svolgere.

 

 

E’ sempre molto utile, ad esempio, specificare che si è inclini al lavoro in team, che si ha un’ottima capacità di problem solving e, soprattutto, che si è aperti a nuove possibilità di lavoro e a trasferimenti.

Si deve fare bella mostra di sé, senza cadere nell’auto-elogio e, soprattutto, senza puntare tutto solo ed esclusivamente sui propri titoli di studio: questi ultimi sono sì importanti (soprattutto nel caso in cui ne siano richiesti di specifici), ma è preferibile fare leva soprattutto su quelle che sono le esperienze pratiche che si sono avute nel corso della propria vita lavorativa, specialmente nel caso in cui si tratti di esperienze vicine al settore nel quale si cerca lavoro.

Il tono da utilizzare deve essere sempre molto persuasivo, ma mai troppo formale, dato che si tratta pur sempre di una lettera che serve per presentarsi al meglio e per motivare la propria richiesta di lavoro.

Una lettera di presentazione ben scritta può essere il passe partout per il successo.

Cosa non scrivere in una lettera di presentazione: gli errori da non compiere

 Come si intuisce, una lettera di presentazione serve soprattutto per fare bella figura nel momento in cui si cerca un nuovo lavoro. Ci sono, pertanto, degli argomenti che è preferibile non affrontare e delle cose che si consiglia di non scrivere in una lettera di presentazione.

In primis, si sconsiglia vivamente di cercare di far leva sul proprio stato di disoccupazione: un datore di lavoro non deve essere mosso a pietà per assumere un dipendente, ma lo deve apprezzare per quello che è in grado di fare e per quello che potrebbe dare alla propria azienda.

Si consiglia anche di evitare quei lavori poco in linea con quello che si va a cercare, soprattutto se si ha a che fare con una grande azienda, molto importante: è sempre preferibile darsi un tono molto professionale e, soprattutto, far capire che si è dei veri e propri maghi del settore.

Consigli per personalizzare la propria lettera di presentazione

 Come si può facilmente intuire, questo tipo di lettera serve soprattutto per colpire l’attenzione di chi è deputato a decidere chi verrà assunto e chi no per un determinato lavoro.

Sebbene si trovino diversi fac simile di lettera motivazionale (scaricabile gratuitamente anche dal nostro sito), è utile sottolineare che si tratta solo di modelli base che devono essere personalizzati con i propri dati, le proprie capacità, i propri sogni e gli obiettivi che si desidera raggiungere.

Per essere assunti, infatti, si deve dimostrare di essere una spanna sopra gli altri e, pertanto, è utile essere più persuasivi possibile.

Modello lettera di presentazione e motivazionale: Fac simile da scaricare gratis

Qui di seguito vi proponiamo:

 

 

Modello lettera presentazione –> Clicca qui

Modello lettera motivazionale –> Clicca qui

Modello lettera di presentazione in risposta ad un annuncio di lavoro –> Clicca qui

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *