Home / Documenti per il cittadino / Lettera di referenze: come scriverla al meglio?

Lettera di referenze: come scriverla al meglio?

Lettera referenze

Quando si cambia o si vuole cambiare lavoro, è importante ottenere dall’ex datore una lettera di referenze con la quale si attesta che si è in grado di svolgere la propria mansione.

Si tratta, in parole povere, di una lettera nella quale qualcuno che ha avuto a che fare con le nostre competenze e che ha lavorato con noi, attesta che siamo consoni per ricoprire quella carica o quel ruolo.

Si tratta di una lettera molto importante e, pertanto, è fondamentale capire in che modo deve essere scritta per essere valida e convincente.

 

 

Lettera di referenze: tutto quello che c’è da sapere

 Come appena detto, una lettera di referenze è, ad esempio, quella con la quale un nostro datore di lavoro dichiara che siamo idonei per svolgere un determinato lavoro. Trattandosi di una lettera formale, quest’ultima deve essere redatta su carta intestata direttamente dal direttore del personale, o dal datore di lavoro in persona.

Dovendo scegliere a chi rivolgersi per farsi scrivere una lettera così importante, si consiglia o il datore dell’ultimo lavoro che si è svolto o, ancora meglio, quello del lavoro più importante che si è svolto nel settore nel quale si ricerca nuova occupazione.

Leggi anche: 

Lettera di presentazione

Modello delega

Calcolo Isee e simulazione

Una cosa da sapere è che, molto spesso, il direttore del personale o il capo non fanno altro che firmare una lettera di referenze che è stata precedentemente compilata dal candidato, previa lettura e approvazione. Quasi nessun ex datore scrive una lettera per “raccomandare” un determinato impiegato per un altro impiego e, talvolta, questa è vista come una perdita di tempo.

Tuttavia, dietro richiesta, quasi tutti i datori sono disposti ad apporre la loro forma per permettere a chi lo richiede di trovare un altro lavoro.

Come si scrive una lettera di referenze

 Come per qualsiasi tipologia di lettera, anche per la lettera di referenze c’è una struttura base da seguire, che può essere personalizzata in base alla situazione e al caso specifico.

Possiamo, quindi, dire che questa tipologia di lettera si divide in paragrafi e, per la precisione, si divide in tre diverse parti.

Il primo paragrafo è quello nel caso vanno menzionate tutte le generalità dell’impiegato che si vuole, in qualche modo, sponsorizzare. Pertanto, vanno espressi in maniera chiara il nome dell’impiegato, il nome dell’impresa, così come quelle che sono le date di inizio e fine del rapporto lavorativo e la mansione svolta durante tale periodo.

 

 

Nel secondo paragrafo, invece, si deve parlare dettagliatamente dell’impiegato, sottolineandone i pregi, le qualità, gli obiettivi raggiunti e tutto ciò che può persuadere un altro datore di lavoro a prendere in considerazione la candidatura.

Naturalmente, si devono esprimere dei commenti sull’impiegato, tendenzialmente positivi in modo tale da rendergli più agevole la ricerca del lavoro.

Pertanto, se non si è pienamente soddisfatti del lavoro svolto, è preferibile rimanere sul vago, senza esprimere giudizi negativi, che potrebbero nuocere all’impiegato e al suo futuro lavorativo.

Nella terza parte devono essere inseriti i saluti e le varie formule di cortesia, con annessa firma, data e luogo.

Tono della lettera di referenza

La lettera di referenza è uno strumento che serve a un impiegato per candidarsi per un nuovo posto di lavoro. Si tratta, quindi, di un elemento molto importante, che può decretarne l’assunzione.

Proprio per questo motivo, questa tipologia di lettera deve essere redatta in maniera corretta, devono essere riportati tutti i dati importanti e tutte le notizie che si ritengono utili.

Il tono, tuttavia, deve essere formale ma non troppo, dato che si devono anche sottolineare quelli che sono i lati del carattere e le doti umane del candidato. Tuttavia, il tono deve sempre rimanere serio, conciso, ma efficace e incisivo, in modo tale da riuscire a persuadere chi legge la lettera e che dovrà decidere per l’assunzione, o meno, del candidato.

Come detto, una lettera di referenze serve per l’assunzione di un impiegato presso un nuovo posto di lavoro e, pertanto, è molto importante presentarla nel momento stesso in cui si avanza la propria candidatura. Si tratta di un ottimo biglietto da visita, specialmente nel caso in cui il giudizio dell’ex datore di lavoro è positivo.

 

 

Per avere qualche esempio di lettera di referenze è utile far riferimento al nostro sito, dal quale è possibile scaricare qualche fac simile sulla base del quale costruire la propria lettera perfetta.

Esempio lettera di referenze: scarica gratis l’esempio

Per i nostri utenti alla ricerca di un esempio di lettera di referenze, alleghiamo di seguito un modello doc da poter scaricare gratis, stampare e compilare.

Clicca qui e scarica

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *