Home / Documenti per il cittadino / Calcolo ISEE: la guida definitva

Calcolo ISEE: la guida definitva

isee

Per effettuare una simulazione ISEE è importante capire quali sono i documenti che devono essere presentati al fine di compilare la dichiarazione in questione.

Tenendo a mente quanto stiamo per dire, si potrà arrivare preparati sia al CAF che dal proprio commercialista, in base alla soluzione che si sceglie per la compilazione della dichiarazione ISEE.

ISEE: cos’è e perché si calcola

Volendo fare chiarezza sull’argomento, si deve innanzitutto sottolineare che il calcolo ISEE va a individuare quello che è il reddito familiare. Quando si devono richiedere dei benefici e/o delle agevolazioni fiscali è, quindi, indispensabile presentare questa importante documentazione.

Nello specifico, dobbiamo dire che si tratta di una valutazione che si basa su quello che è il patrimonio complessivo della famiglia.

 

 

Vengono presi in considerazioni tutti i renditi e, quindi, non solo gli stipendi, ma anche gli introiti provenienti da immobili, gli investimenti e quant’altro. A grandi linee, possiamo dire che suddetta dichiarazione serve proprio per definire in quale fascia di reddito ci si trova, in modo da capire se si può, o meno, attingere a quelli che sono i diversi aiuti e le agevolazioni previste in taluni casi.

Documenti necessari per l’ISEE

Vediamo, quindi, quali sono i documenti necessari per il calcolo dell’ISEE. Prima di entrare nello specifico, però, si deve fare un distinguo preliminare e cercare di capire se si tratta di un modello ISEE per il nucleo familiare o per il singolo individuo.

Documenti reddito modello ISEE per nucleo familiare: verranno richiesti stato di famiglia nonché copia del contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato.

Documenti reddito modello ISEE 2016 per ogni singolo componente del nucleo familiare: in questo specifico caso verranno richiesti molti più documenti.

Si parte da un documento di identità non scaduto e dal codice fiscale e si prosegue con la presentazione dell’eventuale ultimo Modello 730 o Modello Unico che è stato presentato. Se non si possiede, serve comunque una o, in certificazione dei redditi, che viene rilasciata dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico. Per essere chiari, per ottenere il modello ISEE 2016 sarà necessario presentare il Modello 730 o Unico 2016 che fa riferimento a quelli che sono i redditi 2015.

 

 

A questo si devono aggiungere: stato di famiglia, eventuali certificati di invalidità, certificazioni che attestano compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti da Irpef, redditi prodotti all’estero, borse di studio, assegni di ricerca e, ancora, assegni di mantenimento per coniuge e figli, ecc.

Tutti gli altri documenti necessari

Per avere l’ISEE 2016, si devono presentare anche altri documenti, tra cui: tutta la documentazione, aggiornata al 31 dicembre dell’anno precedente a quella che è la data di presentazione dell’ISEE, che concerne titoli di stato, buoni postali, azioni, obbligazioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, ecc. Inoltre, potrebbero essere richiesti anche estratti conto e saldi dei propri conti.

Si deve, inoltre, produrre tutta la documentazione, sempre aggiornata al 31 dicembre, che attesta la giacenza media annua su conti correnti, depositi bancari e postali, libretti postali e ecc.

Si deve, inoltre, produrre una dichiarazione della banca su quello che è il valore della giacenza media o, comunque, è necessario produrre un’autocertificazione per attestare quanto sopra.

Inoltre, è obbligatorio produrre tutta la documentazione concernente i mutui, le case di proprietà, la documentazione sulle polizze vita, i dati che riguardano autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, navi, imbarcazioni da diporto, che sono in proprio possesso.

ISEE: alcune precisazioni

Nel caso in cui si sia portatori di handicap ai documenti sopra elencati si deve aggiungere anche la certificazione dell’handicap e tutto quello che concerne le spese sostenute per la cura.

Si deve altresì specificare che c’è differenza tra ISEE e ISE. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, perché molto spesso si nota che c’è non poca confusione sull’argomento.

Diciamo, quindi, che l’ISEE va a calcolare quello che è il reddito di ogni singolo componente della famiglia mentre l’ISE si riferisce all’intero nucleo familiare.

Dove compilare il modello ISEE

Dove andare a compilare il proprio modello ISEE e a chi affidarsi? Ci sono sia i CAF che i commercialisti a disposizione di coloro i quali devono compilare tale modulo. Esistono diversi tipi di ISEE, che vengono compilati ciascuno per una situazione differente. Nello specifico abbiamo:

Il modello ISEE 2016 può assumere diverse configurazioni a seconda dello scopo per cui è redatto.
ISEE standard, che è il modello per il calcolo base;

ISEE per le residenze assistenziali, che deve essere presentato da quegli anziani che vogliono richiedere delle agevolazioni per il pagamento di quelle che sono le rette delle residenze sanitarie assistenziali;

 

 

ISEE per l’università (ISEU), che serve per stabilire quante tasse di iscrizione pagare e per accedere alle varie borse di studio;

ISEE per minori, che serve per calcolare il reddito al fine di chiedere tutte le possibili agevolazioni fiscali per l’iscrizione a asili e scuole varie.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *