Home / Diritto Imprese e Professionisti / Anapi: l’associazione degli amministratori di condominio

Anapi: l’associazione degli amministratori di condominio

tutto su Anapi

Le realtà condominiali spesso si trovano a dover affrontare situazioni controverse. Per questo nel 2005 è stata costituita l’Anapi. Di che cosa si tratta? Di che cosa si occupa? In questo articolo scopriamo proprio le risposte a queste domande.

Innanzitutto spieghiamo che “Anapi” è l’acronimo di Associazione Nazionale Amministratori Professionisti di Immobili  ed è una associazione impegnata in ambito formativo attraverso la creazione di strumenti e l’offerta di servizi utili per sostenere e promuovere il processo di riqualificazione della realtà condominiale.

 

 

Attualmente l’Anapi è inserita nell’elenco delle Associazioni Professionali che rilasciano l’attestato di qualità dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Cosa fa in concreto questa associazione abbastanza recente? Essa, seguendo i principi legati alla legge di riforma del condominio e in linea con la vigente normativa della Comunità Economica Europea, sostiene e collabora con coloro che vogliono diventare amministratori condominiali, oltre a formare chi è già un professionista del settore.

 

 

Non solo: essa forma e prepara i suoi allievi in vista della collocazione nel mercato lavorativo in ambito immobiliare e condominiale. La creazione di una associazione come questa è dovuta alla consapevolezza del ruolo fondamentale ricoperto da questi professionisti nella gestione del patrimonio immobiliare esistente nel Belpaese.

Leggi anche: 

Poste Italiane tracking

Postepay saldo

Voltura Enel

Sedi e servizi Anapi

Anapi si trova in ben 18 sedi provinciali dell’Italia, dove offre (ovviamente a tutte le sedi nazionali) servizi, assistenza e consulenza, non soltanto in vista di una formazione ma anche con un ruolo di aggiornamento circa le norme vigenti.

Una delle peculiarità di Anapi è l’assenza di motivazioni di lucro. L’associazione possiede la Certificazione di Qualità ISO 9001-2008, certificato rilasciato da Bureau Veritas Italia Spa. Si tratta della prima struttura in Italia ad aver ottenuto tale riconoscimento da BV Bureau Veritas come organismo di valutazione per l’erogazione dell’esame di certificazione dell’Amministratore Condominiale e Immobiliare. Inoltre ha ottenuto la stessa certificazione di qualità anche per i corsi Anapi per Amministratore di Condominio.

Come Iscriversi all’Anapi

Una delle qualità più evidneti dell’Anapi è legata all’importanza che ricopre in mancanza di un Albo riconosciuto a livello nazionale in questo settore. Mancando tale riferimento, il ruolo dell’Anapi è importante, poiché rappresenta una garanzia di competenza e professionalità. Infatti non tutti possono iscriversi a questa associazione unica nel suo genere: per potervi accedere è requisito basilare superare l’esame finale di un corso di formazione, il quale si può seguire sia in aule e corsi “fisici” che online.

Come abbiamo anticipato, oltre ad offrire una preparazione, Anapi crea e organizza altre opportunità volte a promuovere lo sviluppo e la qualità dell’ambito, attraverso la promozione della costante formazione di chi lavora in questo settore.

Per questo sul sito si possono trovare corsi di specializzazione e aggiornamento, oltre a riscontrarvi la possibilità di accedere ad una polizza assicurativa per responsabilità civile professionale (garantita da TUA Assicurazioni) e oltre alle convenzioni stipulate con istituti bancari e uffici postali di tutto il territorio nazionale, così da garantire accessibilità a tutti.

Modulistica per aderire all’Associazione Anapi

Come fare per diventare socio Anapi? Per iscriversi bisogna accedere al sito ufficiale, dove si trova un modulo apposito, il quale va compilato e inviato sia via fax (al numero indicato sul sito), sia per via email.

A tale modulo bisogna allegare alcune fotocopie: innanzitutto serve la fotocopia della partita Iva del soggetto che desidera iscriversi. In secondo luogo bisogna allegare la fotocopia del proprio titolo di studio e infine l’elenco dei condomìni amministrati. L’iscrizione però può essere richiesta anche dalle eventuali società che svolgono attività di amministrazione di condomìni.

Requisiti per iscriversi all’associazione amministratori di condominio

Naturalmente sono necessari alcuni requisiti per poter accedere a questa associazione. Quali sono? In primis bisogna aver compiuto i 18 anni d’età. In secondo luogo bisogna essere cittadini italiani oppure di uno stato facente parte della Comunità Europea, ma avere residenza stabile in Italia. Inoltre è necessario godere dei diritti civili e assenza di condanne contro il patrimonio ed aver conseguito il diploma di scuola secondaria superiore, infine bisogna presentare la partita Iva oppure il codice fiscale.

 

 

Incompatibilità di iscrizione Anapi

Ci sono dei casi in cui tuttavia non è possibile inviare la propria domanda. Quando? Uno dei motivi di incompatibilità per far parte di Anapi è l’iscrizione ad altre associazioni di amministratori di condominio o immobili, o in generale l’appartenenza ad organismi che perseguono obiettivi simili.

Quanto costa essere iscritto ad Anapi

Per potersi iscrivere è richiesta una quota partecipativa. La quota da versare ammonta a euro 150,00, cifra che va versata solamente nel primo anno di iscrizione sul conto corrente indicato sul sito Anapi.

Sarà il Consiglio Direttivo stesso a verificare la sussistenza dei requisiti per l’iscrizione. In quanto delegato per lo svolgimento di tale compito, il Consiglio delibera l’ammissione dei nuovi associati, ratificata dalla presidenza nazionale.

Quando ci si può considerare parte di Anapi? Essa decorre dal momento dell’assegnazione da parte della Segreteria Nazionale del numero di iscrizione al Registro associativo. Per ogni informazione l’associazione mette a disposizione un numero di telefonia verde, ossia il numero 800.032.155.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *