Unicreditcard Click, la carta prepagata con Iban per le spese quotidiane

unicreditcard click

Chi è alla ricerca della carta prepagata perfetta, in grado di garantire la possibilità di effettuare degli acquisti, anche online, in tutta sicurezza, può fare ricorso a UnicreditCard Click.

Si tratta, nello specifico, di un ottimo strumento per chi non vuole sostenere le spese legate alla gestione del conto corrente, ma vuole tutta la sicurezza possibile e dei costi minimi.

[ads1]

Un plus che non va sottovalutato è che questa carta può essere adatta anche per i minorenni, purché abbiano più di 14 anni e ci sia il consenso di un genitore o di chi ne esercita la potestà.

Come richiedere Unicreditcard Click

Alla luce di quanto detto, dato che si tratta di un’ottima soluzione per moltissime persone, è utile capire come fare a richiedere questa particolare carta.

Lo vediamo subito nel dettaglio, anche perché il procedimento è semplice e veloce, trattandosi di una carta prepagata e non di una carta di credito.

Al fine di richiedere la Uncreditcard Click è necessario semplicemente recarsi presso una delle filiali della banca, a scelta tra quelle disseminate sul territorio italiano.

Pertanto, verrà immediatamente fornita la carta in questione, dotata di PIN. Non c’è null’altro da fare: è attiva da subito e può essere ricaricata e usata per le proprie spese, sia nei negozi fisici che in quelli online.

Avere una carta prepagata per i pagamenti online è sempre una mossa intelligente dato che, a differenza delle carte di credito, non possono esserci ammanchi e, in caso di disguidi come, ad esempio, la clonazione della carta stessa, possono essere indebitamente prelevati sono i fondi presenti in quel momento.

Il costo di emissione di questa carta è pari a 10 euro e non ci sono i costi di gestione che, solitamente, vengono richiesti da altri strumenti similari.

[ads2]

Per quel che concerne il plafond della carta si deve sottolineare che è di 5.000€, mentre il limite giornaliero di prelievo contanti presso gli sportelli ATM convenzionati MasterCard è di 750€ anche se ogni operazione non deve superare i 250€. Una carta molto economica, comoda e versatile, quindi, che permette di fare diversi acquisti con semplicità.

I vantaggi e come si usa Unicreditcard Click

Vediamo, quindi, da vicino la carta nello specifico. La ricarica della carta prepagata in questione si effettua attraverso il numero che è stampato sulla carta.

Può essere effettuata sia dal titolare che da un terzo che è in possesso di questo numero. Si può fare:

  • in agenzia;
  • allo sportello;
  • presso gli ATM Unicredit abilitati all’operazione;
  • via telefono;
  • attraverso home banking

Inoltre, si può ricaricare attraverso carte bancomat Unicredit o altre carte prepagate nominative della gamma Genius Card o UnicreditCard Click.

Vediamo, quindi, per cosa è possibile utilizzare la carta. Anche se non è collegata a un conto corrente, con la UnicreditCard Click si possono effettuare molte operazioni.

Si parte, ad esempio, dalla possibilità di acquistare in Italia e all’estero presso tutti quegli esercizi commerciali del circuito MasterCard.

Si può anche prelevare contante presso gli sportelli automatici ATM UniCredit in Italia nonché presso quelli che sono gli ATM abilitati in Italia e all’estero.

Come detto, poi, si possono effettuare acquisti online e ricariche telefoniche e, inoltre, si possono effettuare pagamenti di rifornimento carburante, in alcuni casi anche senza commissioni.

Non essendoci un conto corrente a supporto, però, non si possono effettuare e ricevere bonifici.

Si tratta di una carta contactlesse che, quindi, può essere passata vicino al lettore POS per effettuare un pagamento. Il tutto, naturalmente, è assicurato dalla tecnologia Contactless di MasterCard.

Nel caso in cui l’importo sia minore di 25€ non si deve neppure digitare il PIN.

Utile sottolineare anche che la carta in questione ha anche un microchip, che rende ancora più sicuri gli acquisti, soprattutto quelli effettuati online e protegge la carta dal rischio di clonazione.

Inoltre, c’è anche un SecureCode, che altro non è che una password da inserire per confermare gli acquisti online.

Uno strumento molto semplice da utilizzare, che permette di fare acquisti online e di avere a propria disposizione una utile carta prepagata da tenere sempre con sé.

[ads2]

Questa è, senza dubbio, una delle migliori in circolazione e questo per svariati motivi, primo tra tutti il fatto che ci sia dietro Unicredit a garantire.

Inoltre, si tratta di uno strumento pensato per essere facile e al tempo stesso utile. Non ci può essere nulla di meglio!

PostePay Evolution: apertura e costi di gestione

Postepay Evolution

Per chi si stesse chiedendo la differenza tra PostePay Evolution e la tradizionale carta prepagata che tutti conosciamo, diciamo subito che la nuova versione è più completa, dato che ha un IBAN.

Questo è un enorme vantaggio perché non si ha solo una prepagata, ma anche uno strumento sul quale ricevere bonifici, stipendio e quant’altro. PostePay Evolution si configura, quindi, come estremamente utile per tutti coloro i quali desiderano avere a propria disposizione un unico strumento di pagamento.

[ads1]

PostePay Evolution: caratteristiche principali

Come abbiamo già precedentemente sottolineato, questo è uno strumento di pagamento: nello specifico, si tratta di una carta prepagata, che permette allo stesso tempo di avere a propria disposizione un codice IBAN.

Questa carta di Poste Italiane porta con sé diversi vantaggi ed è estremamente più comoda rispetto a quella tradizionale.

Tuttavia, prima di attivarla, è utile fare il punto della situazione: quanto costa, come si attiva, a chi conviene una PostePay Evolution?

[ads2]

Apertura carta PostePay Evolution

Anche se si tratta di una prepagata con IBAN, niente paura. Richiederla è semplice esattamente come lo è per la PostePay canonica.

Per richiederla, basta recarsi presso uno sportello di Poste Italiane e richiedere il nuovo strumento di pagamento. Sarà sufficiente avere compiuto la maggiore età (18 anni) e presentare i documenti di identità, validi. Allo sportello verrà compilato un modulo e il rilascio della carta sarà immediato. La PostePay Evolution potrà essere utilizzata subito dopo il rilascio.

Se vi state chiedendo se è necessario avere un conto corrente postale, la risposta è no. Quello che rende questa carta differente è proprio il fatto che va a sostituire il tradizionale conto corrente, dato che ha un IBAN. Non viene pertanto richiesto questo elemento.

Costi di attivazione e gestione PostePay Evolution

Per attivare la carta, si deve effettuare un pagamento di 5 euro una tantum. Sino al 31 dicembre 2016 l’apertura è stata gratuita, per il lancio del prodotto. Per quel che concerne, invece, il canone annuo PostePay Evolution, questo è di 10 euro, mentre tutte le transazioni presso ATM Postamat sono gratuite al 100%.

Se, invece, si desidera prelevare presso quelli che sono ATM bancari dei Paesi europei, si sostiene un costo pari a 2 euro, che diventano 5 euro se si vuole prelevare presso gli ATM bancari dei Paesi extra UE.

La PostePay Evolution ha una durata di ben 5 anni e, alla scadenza della stessa, sarà possibile richiederne un’altra, molto semplicemente e, soprattutto, gratuitamente. Se, invece, si vuole chiudere il servizio, con l’annesso conto connesso, allora sarà sufficiente  richiedere l’estinzione della carta, che anche in questo caso avviene gratuitamente. Ha un costo di 5 euro la sostituzione in caso di furto o smarrimento.

Vantaggi della PostePay Evolution

Perché preferire questa soluzione a ogni altra carta prepagata? In primis, perché è semplice da utilizzare e, soprattutto, è semplice da richiedere. Ha dei costi ridotti di gestione e di apertura e permette di avere a propria disposizione un ottimo strumento di pagamento e non solo.

Uno dei tanti vantaggi è quello di poter ricevere bonifici, l’accredito dello stipendio e molto altro ancora. Questo perché verrà fornito anche un IBAN assieme alla solita prepagata.

Inoltre, come già avviene per la PostePay tradizionale, si può usufruire dei tanti servizi online messi a disposizione da Poste Italiane. In questo modo, quindi, si eviteranno file in posta e tempo perso.

Per utilizzare tutto ciò è sufficiente andare e registrarsi su quello che è il sito ufficiale di Poste Italiane e inserire i dati anagrafici e quelli della carta intestata a proprio nome. In questo modo si crea l’utenza e si può accedere ai vari servizi online. Tante sono le operazioni che si possono fare. Prima tra tutte, si ha la possibilità di verificare il saldo online.

[ads2]

Grazie all’app dedicata, si ha anche la comodità di fare tutto anche da smartphone e tablet. Esistono versioni compatibili per tutti i sistemi operativi. In questo modo si potrà controllare il saldo, i movimenti, fare delle ricariche e si potranno effettuare delle operazioni bancarie di pagamento, in ogni momento e dallo strumento che si preferisce.

Saldo Postepay: come verificarlo correttamente?

postepay saldo
All’interno di questo articolo imparerete a controllare correttamente il Saldo della Postepay.

Le carte Postepay, sono messe a disposizione da Poste Italiane a coloro che vogliono usufruire di una prepagata e ricaricabile per effettuare acquisti online o nei negozi convenzionati.

Non hanno alcun canone annuo, possono essere ricaricate online o nei punti vendita abilitati in maniera semplice e veloce ricevendo l’accredito in pochissimi istanti.

Coloro che possiedono una carta ricaricabile Postepay, possono conoscere il proprio saldo in diversi modi, di sicuro il modo più conosciuto è quello di andare allo sportello postamat di Poste Italiane, ma in realtà vi sono altre possibilità per visionarlo, anche stando comodamente a casa o addirittura utilizzando il proprio smartphone.

[ads1]

Cos’è il saldo Postepay  e qual è la differenza tra saldo contabile e disponibile?

Quando si parla di saldo, ci si riferisce al credito presente sulla carta ricaricabile Postepay e quindi del denaro di cui si dispone in un determinato momento.

E’ tuttavia importante fare una distinzione tra saldo contabile e saldo disponibile:

  • il saldo disponibile Postepay rappresenta l’importo che è realmente presente sulla carta e quindi quello di cui si può usufruire.
  • il saldo contabile rappresenta invece il denaro realmente disponibile, sommato a quello utilizzato per delle recenti transazioni che non sono state ancora contabilizzate.

Spesso i due saldi possono non coincidere, questo succede perché i soldi spesi e che quindi non sono più utilizzabili non sono stati ancora aggiornati, ma in generale nel giro di 24 – 48 ore risulteranno coincidenti.

[ads2]

Ovviamente se si desidera fare un acquisto, si dovrà prendere in considerazione solo l’importo che risulta nel saldo disponibile, in quanto rappresenta quello realmente presente sulla vostra Postepay.

Come controllare il saldo su Postepay?

Controllare il proprio saldo è molto semplice ed è possibile effettuarlo in diversi modi, in base alle proprie esigenze.

Di certo il metodo più diffuso è quello di recarsi allo sportello Bancomat di Poste Italiane, inserire la propria Postepay, cliccare sul tasto che riporta “saldo” e digitare il proprio PIN, numero composto da 5 cifre che viene assegnato insieme alla ricaricabile.

Oggi esistono delle opzioni che vi permettono però di controllare il vostro saldo disponibile anche comodamente da casa, ci riferiamo alla pagina internet di Poste Italiane, che mette a disposizione una sezione proprio per questo.

La prima cosa da fare per accedervi è registrarsi, aprite il vostro browser internet e ricercate la pagina ufficiale di Poste Italiane, dopodichè cliccate su “Registrati”, in questa sezione dovrete inserire i dati richiesti dal sito e dopo aver effettuato la procedura, avrete un username ed una password da poter utilizzare per accedere al sito.

Leggi anche: 

Interessi libretto Postale: conviene aprire il libretto?

Poste Italiane tracking: tracciare il tuo pacco spedito con le Poste!

Una volta effettuato l’accesso, verrete riportati alla sezione MyPoste e da qui potrete aprire la pagina PostePay, cliccare sul servizio online “Saldo e lista movimenti” dove vi verrà chiesto di inserire il numero della vostra carta, si tratta delle 16 cifre riportate sul fronte di questa.

Inserito il numero completo, si aprirà una pagina con il vostro saldo disponibile e contabile.

Come controllare il proprio saldo da cellulare?

Altra semplice metodica è quella con l’app per smartphone PosteMobile, anche in questo caso sarà necessario prima registrarsi, la registrazione avverrà collegando l’app al proprio numero di telefono, al quale verranno inviati dei codici di conferma.

Quando la procedura sarà terminata, si dovrà inserire tra i dati il numero della propria Postepay e visualizzare ogni qualvolta si voglia il proprio saldo, cliccando su “Saldo e Movimenti”.

Una novità di questo servizio è quella di essere aggiornati su accrediti ed addebiti per sms al numero utilizzato durante la registrazione.

[ads2]

E’ importante sapere che è possibile controllare il saldo della Postepay di cui si è titolari, non è invece possibile con il proprio account, controllare il saldo altrui.

Nella sezione Saldo, vi verranno  mostrate le operazioni più recenti, gli accrediti e le ricariche ricevute, con data e descrizione, in modo da poter controllare in maniera dettagliata tutte le operazioni.

Dall’app, così come dal sito, è possibile effettuare altre operazioni, come ad esempio ricaricare Postepay, pagare bollettini o tante altre operazioni postali.