Home / Assicurazioni / Rinuncia alla rivalsa: quando conviene farla?

Rinuncia alla rivalsa: quando conviene farla?

Rinuncia alla rivalsa

Quando si sottoscrive un’assicurazione RC auto è possibile aggiungere alla polizza standard, una serie di optional, per renderla ancora più sicura, come ad esempio furto e incendio, kasko o simili, tuttavia tutto questo non è sempre sufficiente, infatti, nonostante tutte le polizze aggiuntive, non è sempre tutto risarcibile dall’assicurazione stessa.

Per evitare però delle spese indigenti, è possibile ricorrere ad una clausola, la rinuncia alla rivalsa, che in parole povere, evita che nel caso in cui commettiate un incidente per il quale dovreste risarcire il danno, il danno non potrà in nessun caso essere risarcito da voi, ma esclusivamente dalla compagnia assicurativa.

Che cosa è la rinuncia alla rivalsa? Clausola di rivalsa

Prima di parlare della rinuncia alla rivalsa, è importante chiarire cosa sia la clausola di rivalsa.

 

 

Nel momento in cui sottoscrivete un’assicurazione auto, tra le varie clausole, ne è presente una che indica tutti i motivi di esclusione dal risarcimento da parte dell’assicurazione, cioè indica in quali casi, l’assicurazione non pagherà il danneggiato o pagherà ma richiederà il risarcimento all’assicurato.

Generalmente i motivi di esclusione dal risarcimento sono legati al non rispetto delle norme del codice della strada come ad esempio in caso di guida in stato di ebrezza o in caso di passeggero senza cintura, in caso di guida senza patente o con patente non valida o in caso di danni a passeggeri superiori rispetto a quelli indicati nel libretto di circolazione.

Possono variare, essere di più o meno in base alla compagnia assicurativa, sono però indicati nel contratto e da visionare al momento della firma di quest’ultimo.

 

 

Qualora nel non rispetto delle norme del codice della strada si commetta un sinistro e la vostra assicurazione lo indichi come criterio di esclusione dal risarcimento, sarà l’assicurato, quindi voi, a pagare di tasca propria.

Per ovviare a ciò, oggi le assicurazioni offrono la cosiddetta clausola di rinuncia alla rivalsa.

La rinuncia alla rivalsa, in una polizza assicurativa per automobili, rappresenta una clausola che serve ad eliminare l’azione di rivalsa della compagnia assicurativa nei confronti dell’assicurato.

Leggi anche:

Passaggio proprietà auto: costo e informazioni utili

Arca assicurazioni

Modulo CID adesso CAI

La rinuncia alla rivalsa può essere totale o parziale, se parziale, la compagnia assicurativa può scegliere un tetto massimo di rimborso, e qualora si vada oltre il tetto, la restante parte dovrà essere rimborsata dall’assicurato stesso.

Ad esempio, l’assicurazione può mettere un tetto di rivalsa di 1.500 euro, se l’assicurato causa un danno di 4.000 euro, essendo il danno superiore alla rivalsa, l’assicurazione pagherà i 1.500 euro, mentre l’assicurato i restanti 2.500.

Vi sono poi alcune assicurazioni che prevedono la rinuncia alla rivalsa solo per il primo sinistro, mentre per tutti gli altri verrà applicata la rivalsa, o la rinuncia alla rivalsa solo nel caso in cui l’incidente non abbia causato una condanna penale all’assicurato.

Come avere la rinuncia alla rivalsa?

Quasi tutte le compagnie assicurative, hanno oggi la clausola di rinuncia alla rivalsa ed è da chiedere al momento della sottoscrizione del contratto, solitamente è presente nelle condizioni generali del contratto, ma qualora non lo fosse, si consiglia di chiedere all’agente assicurativo.

Se questa non è presente, significa che la compagnia assicurativa, non permette la rinuncia alla rivalsa, quindi si consiglia di controllare i vari criteri di rivalsa e valutare se procedere o scegliere un’altra compagnia assicurativa.

Vi è un costo?

Ovviamente, la clausola di rinuncia alla rivalsa, comporta un costo in più rispetto al premio standard, costo che in generale si aggira intorno al 2 – 5% del totale, ma è sicuramente un’opzione da prendere in seria considerazione, soprattutto nel caso in cui si tratti di un’automobile guidata da più conducenti, tra cui ad esempio dei neopatentati.

 

 

E’ consigliata da molti, in quanto rappresenta un vantaggio notevole per il conducente che il caso di sinistro a causa di una delle condizioni di rivalsa, eviterà di pagare la somma.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *