Home / Assicurazioni / Modulo CAI: alla scoperta del vecchio “CID”

Modulo CAI: alla scoperta del vecchio “CID”

modulo cai

In quest’articolo si parlerà del Modello CAI (per i “nostalgici”, si tratta del vecchio Modulo CID), vi spiegheremo la sua fondamentale utilità, le parti che lo compongono, quando utilizzare tale documento ed infine daremo la possibilità di scaricarlo.

Cos’è il Modulo CAI? Per cosa si utilizza?

Il modulo CAI è chiamato anche Contestazione Amichevole d’incidente, modulo blu, convenzione indennizzato diretto o Modello CID. E’ un modulo che viene dato a tutti coloro che si assicurano, e serve per segnare tutti i dati dei veicoli coinvolti in un sinistro così come le persone implicate nell’incidente e le dinamiche di quest’ultimo.

Questo è un documento importante perché ci permette, se compilato in maniera adeguata, di accorciare i tempi per la richiesta del risarcimento.

 

 

Inoltre sia se si è responsabili di un sinistro che non, bisogna informare la compagnia che vi ha assicurato infatti ogni conducente consegnerà una copia del documento alla propria agenzia, nel primo caso entro 3 giorni dall’incidente.

Il documento permette di risarcire i danni alle cose entro 30 giorni dall’accaduto e di risarcire i feriti coinvolti entro 45 giorni. Se uno dei due conducenti non accetta di firmare il modulo, questo non potrà essere utilizzato come contestazione amichevole, ma verrà comunque utilizzato per denunciare il conducente che ha causato il danno alla propria compagnia assicurativa.

Come compilare il modulo CAI correttamente ed evitare gli errori ?

Il modulo CAI permette di inserire una serie di informazioni:

  • L’intestazione che ci permette di segnare la data, l’ora, il luogo in cui è avvenuto il sinistro; se ci siano feriti e in questo caso anche i dati del PS, danni materiali ed eventuali recapiti di testimoni, nome e cognome di questi.
  • Segnare i dati sia inerenti alle compagnie di assicurazioni sia la tipologia dei veicoli coinvolti nel sinistro.
  • Veicolo A/B: Vengono identificati due veicoli, il veicolo A e quello B. Per non incorrere in errore, chi compila il modulo, quindi chi ha subito il sinistro, è il veicolo A. Nella sezione 8 di questo modello, bisogna inserire nella voce ‘compagnia di assicurazione’ il nome della compagnia che vi ha assicurato; nella sezione 10 invece, bisogna indicare con una freccetta il punto in cui il veicolo ha subito il danno.
 

 
  • Circostanze dell’incidente: indicare, sempre con una freccetta, la dinamica dell’incidente.
  • Uno spazio per disegnare le due vetture che serve per far capire meglio la dinamica dell’incidente: indicare la posizione dei due veicoli A e B e le direzioni di queste prima dell’incidente.
  • Eventuali note opzionali e indicare se dopo l’incidente c’è stato il sopralluogo delle autorità e quali.
  • Firma dei conducenti coinvolti nell’incidente.

Secondo delle statistiche il 50% degli italiani cade in errore nella compilazione della contestazione amichevole d’incidente. Spesso, capita che il responsabile dell’incidente si approfitti del vostro stato di shock causato dal sinistro e che compili il modulo facendo ricadere la colpa su di voi, e per di più ve lo faccia firmare.

In questi casi, anche se può essere difficile, bisogna mantenere la calma, e leggere tutto attentamente prima di firmare il documento.

Nel caso in cui veniate raggirati, è importante recarsi immediatamente alle forze dell’ordine, raccontare l’accaduto e dimostrare la veridicità dei fatti. Gli errori che si sono maggiormente verificati sono le omissioni cioè indicando, ad esempio, danni a vetture non coinvolte nel sinistro.

In caso d’incidente con ragione, e con il modulo CAI firmato da entrambi i proprietari dei veicoli coinvolti nel sinistro, si può usufruire di una serie di convenzioni con alcune carrozzerie presenti sul territorio.

Modello Modulo CAI: scaricalo gratis in formato PDF

Il modulo è valido in tutti gli stati membri dell’Unione Europea, ma anche in Svizzera e può essere scaricato anche da internet e stampato.

 

 

Di seguito, vi forniamo il link presso il quale è possibile accedere al modulo CAI in formato PDF:

Clicca e scarica

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *