Home / Assicurazioni / Carta Verde: cos’è e a cosa serve

Carta Verde: cos’è e a cosa serve

Carta Verde per guidare all'estero

In quest’articolo parleremo della Carta Verde, a cosa serve, come ottenerla ed elencheremo i paesi in cui è richiesto o meno tale documento.

A cosa ci riferiamo quando parliamo di Carta Verde? La Carta Verde, è un documento, a fini internazionali, che permette al possessore di un veicolo di poter circolare liberamente in paesi esteri essendo in regola con l’RCA, Responsabilità Civile Auto, assicurazione obbligatoria nei paesi. Tutti coloro che non hanno questo documento, devono rivolgersi alla frontiera del paese che vogliono visitare e richiedere un documento temporaneo che gli consenta la circolazione

Quale ente rilascia la Carta Verde e qual è la sua scadenza?

La Carta Verde viene rilasciata dall’ufficio nazionale d’assicurazione del paese dove è avvenuta la registrazione della vettura e ha la stessa scadenza della polizza assicurativa.

 

 

Quali sono le informazioni impresse sulla carta verde?

Il documento, di colore verde, contiene una serie di informazioni necessarie al fine di garantire una circolazione assicurata nei paesi al di fuori dell’Italia. I dati riportati sulla carta sono:

  • Dati dello stipulante;
  • Dati di decorrenza e termine dell’assicurazione;
  • Codice del paese in cui è stata divulgata;
  • Codice di riconoscimento dell’assicurazione;
  • Numero dell’assicurazione;
  • Informazioni sulla compagnia che ha rilasciato la carta verde;
  • Informazioni inerenti all’autovettura, ad esempio la targa e la tipologia;
  • Elenco dei paesi in cui non è imposta la carta verde;
  • Firma del responsabile addetto al rilascio del documento.

Questo costa la carta verde?

La carta verde viene richiesta alla propria compagnia assicurativa, da coloro che decidono di viaggiare fuori dall’Italia ad un costo di 15 euro.

Si consiglia acquistare tale documento e non ricorrere all’acquisto della polizza assicurativa, presso la frontiera del paese in cui si è diretti, perché questa è più costosa rispetto alla carta verde. Il costo della polizza infatti è di circa 20 euro e vale per 15 giorni.

Sapevi che c’è un’assicurazione particolarmente conveniente per l’auto? Leggi subito la nostra Recensione di ConTe.it assicurazione!

Quali sono i Paesi che richiedono obbligatoriamente la carta verde?

I Paesi che impongono il documento internazionale per la garanzia, in merito alla circolazione, della propria vettura sono: Albania, Iran, Israele, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Montenegro, Marocco, Tunisia, Turchia e Ucraina.

 

 

Quali sono i paesi dove non è obbligatoria la carta verde?

Vi sono dei paesi, in cui è possibile circolare grazie al solo contratto con l’assicurazione RCA, e questi sono: Andorra, Austria, Belgio, Croazia, Irlanda, Islanda, Bulgaria, Danimarca, Cipro, Grecia, Malta, Estonia, Finlandia, Lettonia, Lituania, Romania, Slovenia, Ungheria, Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Svizzera, Svezia, Olanda e Marocco.

Cosa succede in caso di incidenti nei paesi coperti e non dalla carta verde?

In caso di incidente, bisogna partire dal presupposto che bisogna fare riferimento alla legge che è in vigore nello Stato in cui ci si trova.

In caso di incidente nei paesi tutelati dal documento, quest’ultimo copre i danni causati e ricevuti, ma solo se non si hanno colpe.

Il meccanismo è portato a termine da un’azienda, che ha il compito di gestire i vari uffici a livello nazionale, la quale controlla e risolve tutti i sinistri che si verificano nei paesi in cui la carta verde è obbligatoriamente richiesta dal conducente del veicolo.

Nel caso in cui l’incidente avviene nei paesi non coperti dalla carta verde, si consiglia di mettersi in contatto con l’ufficio che si occupa delle assicurazioni in Italia, l’UCI, e chiedere informazioni in merito all’iter da seguire e come richiedere il rimborso per i danni subiti.

 

 

Concludendo, si consiglia a tutti coloro che vogliono oltrepassare l’Italia, di controllare che tutta la documentazione in merito alla propria auto sia in regola e di acquistare la carta verde per potersi godere senza preoccupazioni il viaggio.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *